Civita: tutti contro il progetto di raddoppiare la linea ferroviaria

Il quartiere della Civita con il suo storico Passiaturi di via Dusmet e gli archi della marina rischiano di essere "rovinati" dal progetto per la realizzazione del doppio binario previsto dalla Rete Ferroviaria Italiana

Associazioni civiche, politici e cittadini insieme contro il maestoso progetto previsto dalla Rete Ferroviaria Italiana di raddoppiare la linea ferrata da via Zurria ad Acquicella. L’obiettivo di RFI è quello di incrementare i collegamenti, passando dagli attuali 70 ad oltre 270 convogli in transito presso lo snodo catanese. Ma il timore degli oppositori è che l’ammasso di ferraglia possa compromettere la bellezza dello storico “Passiaturi” di via Dusmet, già inserito tra i beni Unesco.

Si tratta di un progetto invasivo - afferma il senatore del Pd Enzo Bianco - che rischia di soffocare ancor di più la città e di privarla ulteriormente del mare. Oltre a mettere a rischio il patrimonio storico e architettonico. Già la spessa rete metallica montata lungo tutto il "Passiatore" prelude al resto del progetto, nascondendo alla vista il mare e il porto.  Se è vero che è prevista anche la realizzazione di una calotta in plexiglass sopra gli Archi della Marina e l’allargamento dell’attuale percorso interrato sino a piazza Federico di Svevia ci sembra di trovarci davanti a un progetto devastante, che non si capisce come abbia potuto avere parere favorevole”.

Anche il web si sta mobilitando e dallo scorso 26 maggio è on-line la petizione “Questo treno non lo prendo” il cui scopo è convincere RFI ad accettare il progetto alternativo realizzato dagli ingegneri dell’Università di Catania.

Tra le altre iniziative contro il progetto del "Passiatore"  il Forum Cultura e Ambiente ha organizzato per il pomeriggio del prossimo 23 giugno una passeggiata sui luoghi in cui dovrebbe essere allestito il cantiere, con un flash mob in piazza Federico II di Svevia. Anche il Gruppo Azione e Risveglio ha in programma una serie di mobilitazioni volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di rivalutare il waterfront etneo: il 29 giugno via Etnea sarà invasa dai colori della “Parata dei 100 tamburi” diretti agli archi della Marina nell’ambito dell’iniziativa “C’era una volta il mare” che si concluderà il 30 giugno

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Catania usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento