Esponente del clan "Assinnata" va in carcere per estorsione

Il tribunale etneo lo ha infatti condannato a 4 anni e 8 mesi di reclusione

Il 26enne paternese Domenico Assinnata, esponente di spicco dell’omonimo clan ritenuto vicino alla famiglia mafiosa dei Santapaola, è finito al carcere di Bicocca per mano dei carabinieri. Il tribunale etneo lo ha infatti condannato a 4 anni e 8 mesi di reclusione, dopo una sentenza emessa dalla corte d'appello di Catania già definitiva in Cassazione, poiché colpevole di "estorsione continuata con l’aggravante del metodo mafioso", commessa nel suo paese di residenza fino al 2011.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento