Vertenza lavoratori delle poste, Fava: “Sicilia non venga penalizzata”

"Governo e Poste Italiane intervengano per risolvere la vertenza dei lavoratori precari di poste italiane in Sicilia": questo l'appello di Claudio Fava

“Governo e Poste Italiane intervengano per risolvere, definitivamente, la lunga vertenza dei lavoratori precari di poste italiane in Sicilia. La nostra regione non può continuare ad essere pesantemente penalizzata nell'indifferenza del parlamento regionale. Per questo abbiamo richiesto che una delegazione dei lavoratori venga audita in quinta commissione e chiediamo al Presidente Musumeci di esercitare il proprio ruolo affinché si trovino celeri risposte per potenziare il servizio postale in Sicilia”. Così Claudio Fava deputato regionale e presidente della commissione antimafia all’ars.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento