Cocaina nascosta in un vano segreto dell'auto, arrestato calabrese a Catania

Un telecomando azionava un sofisticato sistema di apertura di un piccolo vano, posto sotto il bracciolo centrale dell'auto, dove all'interno la polizia ha trovato due panetti di cocaina del peso di circa 2 kili

La Polizia di Stato ha arrestato nella mattina di sabato scorso Cosimo Tassone (cl. 1991), in quanto ritenuto responsabile di trasporto e detenzione di cocaina. Gli uomini della sezione Antidroga della Squadra mobile di Catania, in seguito ad attività info-investigativa, avevano saputo che, nella mattinata di sabato, sarebbe giunto un giovane a bordo di autovettura Mercedes classe A che trasportava della cocaina.

Per verificare quanto appreso, è stato predisposto, già dalle prime ore del mattino, un servizio di osservazione lungo l’asse autostradale Messina - Catania e presso il casello di San Gregorio. Dopo alcune ore di attesa al casello, il personale dell’Antidroga ha individuato un’autovettura corrispondente alle indicazioni, e la sottoponeva a controllo. Una prima ispezione eseguita sul posto dava esito negativo, ma il personale operante, insospettito dall’ingiustificata presenza del soggetto proveniente dalla locride, decideva di approfondire l’attività di polizia giudiziaria negli uffici della Squadra Mobile.

Dopo un'accurata perquisizione, eseguita all’interno dell’autovettura, abilmente occultati all’interno di un vano appositamente ricavato nel tunnel centrale - posto sotto il bracciolo insistente tra i sedili anteriori, con apertura attraverso un sofisticato congegno elettronico azionato da un telecomando nascosto all’interno di un vano portaoggetti, della cui presenza Tassone non riusciva a dare una spiegazione plausibile - venivano rinvenuti e sequestrati 2 panetti di cocaina per un peso lordo complessivo di 2,240 kili. Espletate le formalità di rito Tassone è stato associato presso il carcere di piazza Lanza a disposizione dell’autorità giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento