Codacons, negli ospedali catanesi arrivano le 'sentinelle della salute'

Un gruppo di volontari che già operano da più di trent'anni all'interno dei nosocomi per dare aiuto e conforto a quanti necessitano di cure non solo mediche ma anche assistenziali

Al via a Catania una iniziativa promossa dal Codacons a favore dei pazienti ricoverati negli ospedali e dei loro familiari che nei prossimi mesi sarà estesa anche alle altre province siciliane: le 'Sentinelle della salute', un gruppo di volontari che già operano da più di trent'anni all'interno dei nosocomi per dare aiuto e conforto a quanti necessitano di cure non solo mediche ma anche assistenziali.

Lo annunciano il segretario nazionale del Codacons Francesco Tanasi ed il Direttore del Dipartimento "Volontariato Ospedaliero" dell'associazione Dina Castronovo. "Si partirà da Catania - ha affermato Tanasi - con 300 volontari, che saranno gli occhi del Codacons all'interno degli ospedali. Avranno infatti il compito di osservare e studiare i servizi sanitari offerti e la qualità delle cure rese ai ricoverati, raccogliendo in particolare le segnalazioni dei pazienti e dei loro familiari ed eventuali rimostranze su disservizi o mancanza di assistenza all'interno delle strutture pubbliche, con lo scopo di denunciare le difficoltà e le carenze del sistema sanitario catanese".

"La creazione di questa task force di volontari è, dunque, uno strumento - aggiunge dal canto suo Castronovo - che permetterà all'associazione dei consumatori di vigilare tanto sulle condizioni delle aziende ospedaliere, quanto sulla correttezza del personale che vi opera, diventando un canale privilegiato di denuncia posto al servizio di pazienti e ricoverati che, spesso, non hanno né la forza fisica né il pathos psicologico per reagire a vere e proprie ingiustizie che si consumano, quotidianamente, nelle sale d'attesa, nei corridoi e nei reparti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento