Collina Primosole, odori nauseanti in tutta la zona: gli abitanti chiedono un intervento

L’aria è a tratti irrespirabile, con forti odori al seguito che provocano una sensazione cronica e acuta di nausea, giramenti di testa e sensazione di malessere. Da poco nella zona una nuova discarica di biostabilizzazione. Il presidente Leone ha indetto un consiglio straordinario con i tecnici dell'Arpa

L’aria è a tratti irrespirabile, con forti odori al seguito che provocano una sensazione cronica e acuta di nausea, giramenti di testa e sensazione di malessere. Sono circa 8,000 le persone costrette a vivere questa situazione. Giorno dopo giorno, istante dopo istante, persino quando si trovano dentro casa, in qualsiasi stanza o parte delle propria abitazione. Nella frazione Collina Primosole, a circa 13 chilometri dal centro di Catania, l’odore delle piante ha lasciato spazio, da tempo, alla sgradevole scia generata dalla discarica di rifiuti che costeggia il centro abitato. La situazione rischia adesso di poter degenerare: da poco l’istallazione di un ulteriore discarica di biostabilizzazione. Gli abitanti, stanchi della situazione, hanno sollecitato una verifica da parte delle istituzioni.

L’aria è pesante al momento, e viene avvertita anche dagli alunni che ogni giorni si recano alla scuola Fontanarossa, unico plesso scolastico esistente in tutta l’area. Il presidente dela sesta municipalità, Lorenzo Leone, ha indetto un consiglio straordinario alla presenza dell’assessore all’ambiente Rosario D’Agata, dei titolari della ditta della nuova discarica e dei tecnici dell’A.r.p.a., l’agenzia regionale per la protezione dell’ambiente.

consiglio sesta circoscrizione foto-2

“La vecchia discarica – ha spiegato Lorenzo Leone – era già stata nel 2013 sottoposta ad appositi prelievi specialistici e controlli: nessun pericoloso era stato accertatto per la popolazione circostante. Con l’incontro di oggi vogliamo invece essere rassicurati sulla costruzione del nuovo impianto di discarica e sapere con esattezza cosa comporterà”

“Resta inoltre da chiarire – aggiunge Leone – se i cattivi odori provengano, invece, da un’azienda agricola che ha aperto da poco la propria attività nella zona e che secondo alcuni, ma non vi è al momento nessuna certezza, getterebbe scarti in alcuni terreni adiacenti all’attività stessa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una situazione da chiarire e monitorare. Questo sarà infatti il compito dell’amministrazione, come spiega l’assessore D’Agata, il quale annuncia nel breve periodo ulteriori sopralluoghi nella zona: “Dopo aver sollecitato nella giornata di oggi i tecnici dell’Arpa e i titolari della ditta, in modo da ottenere un loro impegno attivo nel ridurre ed eliminare l’emissione di cattivi odori, effettuaremo nel prossimo mese un sopralluogo nella frazione Collina Primo Sole per verificare l’effettiva soluzione del problema".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento