Colpisce con un martello la figlia 19enne, madre violenta arrestata a Zafferana

La donna non sopportava che sua figlia intrattenesse una relazione con un giovane piu' grande di lei di dieci anni. Dopo l'ennesima lite tra le mura di casa, ha preso un martello e ha colpito la ragazza ripetutamente alla testa e alle braccia mentre dormiva

Una donna di 38 anni e' stata arrestata a Zafferana etnea per avere preso a martellate la figlia di 19 anni. La donna non sopportava che sua figlia intrattenesse una relazione con un giovane piu' grande di lei di dieci anni. Dopo l'ennesima lite tra le mura di casa, ha preso un martello e ha colpito la ragazza ripetutamente alla testa e alle braccia mentre dormiva. Poi con le mani insanguinate si e' presentata alla caserma dei carabinieri di Giarre dicendo di aver ucciso la giovane.  Soccorsa dai medici del 118, la ragazza e' stata ricoverata in ospedale con una prognosi di 30 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Coronavirus, in Sicilia 1.913 nuovi casi e 40 morti: a Catania +486 contagi

Torna su
CataniaToday è in caricamento