Comitato per l'ospedale di Paternò: "Un'unica unità operativa per il Punto nascite"

Si legge nella nota: "Le Unità Operative di ginecologia e ostetricia sia di Paternò che di Biancavilla si ritrovano ad operare con poco personale medico, ostetrico e infermieristico. Sarebbe opportuno che la Direzione generale accorpasse le due Unità Operative presso l'ospedale Santissimo Salvatore"

“Il Comitato ...per l'ospedale di Paternò" in merito alla riorganizzazione del Punto nascite insiste sul ruolo di efficienza e rilancio del nosocomio “Santissimo Salvatore”.

"Alla classe politica regionale ed ai vertici aziendali dell’Asp 3 - si legge nella nota - riportiamo i numeri del Distretto sanitario di Paternò, che comprende anche i comuni di Belpasso e Ragalna: su 900 nascite annue, nella sola Paternò sono circa 500 i parti e 456 gli interventi chirurgici di ginecologia. Dati significativi nonostante una politica di gestione restrittiva condotta a danno del Reparto di ginecologia e ostetricia attuata per depotenziare l'attività dello stesso Punto nascite alimentando così una campagna di denigrazione in riferimento al Reparto".

Ad oggi, le Unità Operative di ginecologia e ostetricia sia di Paternò che di Biancavilla si ritrovano ad operare "con poco personale medico, ostetrico e infermieristico. E per evitare una assistenza sanitaria al di sotto dei regolari standard, sarebbe opportuno che la Direzione generale accorpasse le due Unità Operative di Paternò e Biancavilla presso l'ospedale “Santissimo Salvatore” in quanto, quest’ultimo, a norma di legge. Invitiamo l’assessore alla Salute, Lucia Borsellino, il presidente della commissione sanità Pippo Digiacomo ed i parlamentari regionali e nazionali a porre l’attenzione su quanto sta accadendo all’ospedale di Paternò dove il Punto nascite andrebbe potenziato per garantire una struttura sanitaria efficiente, a norma e soprattutto sicura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento