rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Cronaca San Gregorio di Catania

San Gregorio, oggi la cerimonia in ricordo dei tre carabinieri uccisi dalla mafia nel 1979

Nella chiesa madre del paese alle porte di Catania, una messa in suffragio dei carabinieri Giovanni Bellissima, Salvatore Bologna e Domenico Marrara, uccisi dalla mafia nei pressi del casello autostradale all'imbocco dell'autostrada Catania - Messina

Si è tenuta stamani, nella chiesa madre di San Gregorio, una messa in suffragio del vice brigadiere Giovanni Bellissima di 24 anni e degli appuntati Salvatore Bologna e Domenico Marrara, uccisi dalla mafia il 10 novembre del 1979 nei pressi del casello autostradale del paese etneo, durante il trasferimento da Catania a Bologna del detenuto Angelo Pavone, conosciuto col soprannome di “faccia d’angelo”, che doveva scontare una condanna a sette anni nel carcere del capoluogo emiliano. Alla cerimonia, concelebrata dal cappellano militare Rosario Scibilia e dal parroco della chiesa madre di San Gregorio don Ezio Coco, hanno preso parte il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Rino Coppola e le autorità civili e militari. La messa è stata preceduta dalla deposizione di una corona d’alloro ai piedi del monumento eretto in ricordo dei caduti sul luogo dell'attentato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Gregorio, oggi la cerimonia in ricordo dei tre carabinieri uccisi dalla mafia nel 1979

CataniaToday è in caricamento