menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Commercio illegale di animali: gli indagati percepivano il reddito di cittadinanza

Gli agenti del commissariato di Librino hanno scoperto due garage di proprietà del Comune occupati abusivamente e utilizzati come rivendita di volatili

Nei giorni scorsi, gli agenti del commissariato Librino hanno eseguito controlli finalizzati al controsto della criminalità diffusa, con particolare riferimento alla tutela degli animali, dell’ambiente e ai percettori del reddito di cittadinanza. I poliziotti hanno incentrato la loro attenzione in viale Grimaldi, dove insistono immobili di proprietà del Comune di Catania, in molti casi occupati abusivamente, all’interno dei quali alcuni soggetti  detengono animali (cani, cavalli, volatili) in condizioni di maltrattamento. Sono stati individuati 2 garage, dai quali proveniva un insistente cinguettio di uccelli, senza aperture di luce né riciclo d’aria naturale. I poliziotti hanno quindi richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco e, una volta effettuati gli accessi, in un caso sono stati rinvenuti 173 pappagalli (agapornis, calopsite, melopsittacus undulatus) uno dei quali morto, molteplici uova, nidi, gabbie: di fatto una rivendita abusiva di animali. Le operazioni di polizia hanno consentito di identificare l'uomo che gestiva il commercio illegale di animali e che aveva occupato abusivamente l'immobile di proprietà del Comune. Oltre al furto di energia elettrica in atto nella struttura, gli agenti hanno verificato che l'uomo percepiva il reddito di cittadinanza a fronte del lavoro in nero che svolgeva. Per questo motivo, il responsabile, già con precedenti in materia di maltrattamento animali, è stato indagato per i reati commessi in danno dei volatili presenti, per il furto di energia elettrica, l’occupazione illegale di immobili dello Stato e ancora, segnalato all’Inps per la decadenza del Reddito di Cittadinanza, alla guardia di finanza e all’Ufficio delle Entrate e al Comune per altre violazioni.

In un altro caso, è stato individuato un garage sempre di proprietà del Comune, occupato abusivamente da un pluripregiudicato del 1963 e, anche in questa circostanza, era presente una rivendita di volatili, nello specifico sono stati rinvenute diverse uova e 45 uccellini, pappagalli agapornis e canarini serinus canaria, detenuti in condizioni di sofferenza. In questo caso, i volatili erano chiusi nel garage (senza luce né aria) assieme a rifiuti speciali pericolosi, poiché l'uomo esercitava anche l’attività di raccolta illegale di rifiuti speciali, in particolare rottami di vario genere e autoricambi di autoveicoli non bonificati. Anche lui percepiva il reddito di cittadinanza e rubava l'energia elettrica. Il pluripregiudicato, che attualmente è sottoposto alla misura dei servizi in prova, è stato indagato per i reati di gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi, furto aggravato di energia elettrica, invasione di edificio pubblico e detenzione di animali in condizioni di sofferenza. Sul posto è intervenuto personale dell’Asp Veterinaria che effettivamente ha riscontrato che i luoghi di detenzione dei volatili non erano compatibili con la loro natura: gli animali sono stati sequestrati penalmente in attesa che vengano collocati in luoghi idonei. Anche in questo caso, l'uomo verrà segnalato agli Enti competenti per le ulteriori violazioni e sanzioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Arredare

Soffitto: alcune idee per valorizzarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento