Commissariato di Librino, controlli straordinari a veicoli ed attività commerciali

Complessivamente, tra verbali di contravvenzione al C.d.S. e quelli elevate nei confronti del suddetto esercente, sono state contestate infrazioni per un controvalore pari ad euro 20.000 circa

Ieri, nell’ambito del piano d’azione denominato Modello Trinacria, gli uomini del commissariato di polizia di Librino, coadiuvati dalla polizia municipale, hanno dato vita a controlli straordinari a Librino, privilegiando la prevenzione e repressione di reati quali le violazioni al Codice della Strada, le violazioni al regime delle autorizzazioni per gli esercizi commerciali e degli altri fenomeni d’illegalità evidenti.

Per questi servizi sono state impiegate alcune pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale, due equipaggi automontati del Commissariato e due pattuglie della Polizia Municipale di Catania, appartenenti ai settori Viabilità ed Annona. In particolare, sono stati istituiti posti di controllo in via Zia Lisa e in via Gelso Bianco: 347 sono stati i veicoli controllati, la maggior parte tramite il sistema Mercurio; 34 le contravvenzioni al C.d.S.; 10 per inottemperanza all’Alt della Polizia; 5 per mancata copertura assicurativa per la responsabilità civile; 11 per mancato utilizzo del casco; 1 per guida senza patente perché mai conseguita; 1 per incauto affidamento di motociclo a soggetto privo di patente; 5 per mancata revisione; 1 per l’uso del telefono durante la guida, per le suddette violazioni si è proceduto a un sequestro amministrativo di veicoli per la mancanza dell’assicurazione obbligatoria e un fermo amministrativo per guida senza casco.

Inoltre, si è proceduto al controllo di una falegnameria nel quartiere San Giorgio, dove è stata riscontrata la mancanza della necessaria autorizzazione comunale per svolgere l’attività (S.C.I.A.) ed è stata elevata, conseguentemente, la prevista sanzione amministrativa pecuniaria pari ad euro 5.564. Per questi motivi sono state sottoposte a sequestro amministrativo due motoseghe, le quali sono state affidate in giudiziale custodia al titolare della falegnameria, in attesa che quest’ultimo regolarizzasse la propria posizione.

Complessivamente, tra verbali di contravvenzione al C.d.S. e quelli elevate nei confronti del suddetto esercente, sono state contestate infrazioni per un controvalore pari ad euro 20.000 circa. Infine, si è proceduto al controllo di 7 soggetti sottoposti alla detenzione domiciliare, senza riscontrare violazioni di sorta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento