rotate-mobile
Cronaca

Il boom dell'oro usato: scoperto esercizio commerciale con vendita "in nero"

Nella provincia catanese, per avere un dato di riferimento del settore in questione, operano più di 700 imprese, tra gioiellerie, compro oro e operatori professionali, che esercitano anche la raccolta dell’oro usato

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania hanno deferito all’Autorità Giudiziaria, per ricettazione ed esercizio abusivo di commercio dell’oro, due soggetti residenti nella provincia etnea operanti nel settore dell’oro usato che avevano organizzato una fiorente attività imprenditoriale completamente sconosciuta al Fisco.

L’attività commerciale scoperta dalle Fiamme Gialle, quindi, veniva esercitata completamente in “nero”, in evasione totale degli obblighi fiscali.

Pertanto, tutte le movimentazioni del “prezioso” metallo avvenivano senza alcuna documentazione fiscale o amministrativa che comprovasse la legittima provenienza e, di conseguenza, la successiva rivendita nel circuito del commercio dell’oro.

Analoghe attività, già condotte nel recente passato nel capoluogo e in tutta la provincia etnea, avevano fatto emergere l’esponenziale crescita di imprese operanti in questo settore, con la scoperta di consistenti fenomeni di evasione fiscale e di occultamento di profitti.

Nella provincia catanese, per avere un dato di riferimento del settore in questione, operano più di 700 imprese, tra gioiellerie, compro oro e operatori professionali, che esercitano anche la raccolta dell’oro usato. Questi numeri, inoltre, assumono maggiore significato se confrontati con il numero di sportelli bancari operanti nella Provincia, pari a circa 350. Un vero e proprio sistema finanziario parallelo, estremamente diffuso e capillare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il boom dell'oro usato: scoperto esercizio commerciale con vendita "in nero"

CataniaToday è in caricamento