Palazzo degli Elefanti, gli alunni della Maiorana a scuola di democrazia

L'iniziativa è promossa dall'Assessorato alla Scuola in collaborazione con la Presidenza del Consiglio Comunale. Per l'avvio del percorso progettuale nel Palazzo di Città, il Sindaco ha affidato proprio all'assessore alla Scuola Valentina Scialfa gli studenti

Il sindaco Enzo Bianco ha accolto a Palazzo degli Elefanti gli alunni della scuola “Quirino Maiorana” che per primi hanno aderito al progetto “A palazzo degli Elefanti per conoscere il Comune e non solo….", volto a promuovere nelle scuole l'educazione civica insieme alla conoscenza della funzionalità degli Organi di governo e della struttura amministrativa del Comune.

L'iniziativa è promossa dall’Assessorato alla Scuola in collaborazione con la Presidenza del Consiglio Comunale. Per l'avvio del percorso progettuale nel Palazzo di Città, il Sindaco ha affidato proprio all'assessore alla Scuola Valentina Scialfa gli studenti della secondaria di 1° grado , dopo aver loro rivolto gli auguri di buon anno scolastico. 

“Il progetto – ha sottolineato l'assessore Scialfa- ci riempie di orgoglio perché avvicina i giovani alla macchina amministrativa in modo democratico anche con simulazioni di sedute consiliari e con proposte che mettono in luce una coscienza critica e una preparazione straordinarie, sicuramente rafforzate dalle tante attività parascolastiche che oggi la nostra scuola è in grado di offrire e per le quali ringrazio particolarmente la responsabile, la dottoressa Silvana Contino”.

Gli studenti hanno visitato Palazzo degli Elefanti sotto la guida degli animatori scolastici della sezione didattica Storico-Monumentale della Pubblica Istruzione (che avevano già tenuto incontri teorici sulle tematiche del progetto) e hanno poi raggiunto l'aula consiliare per dare vita alla simulazione di una seduta di consiglio. A presiedere l'assemblea dei piccoli consiglieri, il vero presidente del Consiglio: Francesca Raciti, che ha illustrato personalmente il funzionamento dell'organo consiliare per manifestare il proprio sostegno “a un progetto che serve anche a stimolare la partecipazione civica di giovanissimi cittadini che in un futuro non molto lontano potranno contribuire fattivamente, magari anche da consiglieri comunali, alla crescita e allo sviluppo della nostra città”. 

Tra le proposte/mozioni dei ragazzi: l'adozione di parchi pubblici da parte delle scuole, progetti di riciclo per difendere l'ambiente e mercatini per recuperare risorse, centri di raccolta di libri usati per accrescere il patrimonio delle biblioteche, illuminazione pubblica e anche richieste di stabilizzazione di lavoratori precari comunali per una maggiore serenità dei nuclei familiari di tanti studenti. 
Erano presenti in aula consiliare anche il vicepresidente del consiglio Sebastiano Arcidiacono e i funzionari dell’Ufficio Attività Parascolastiche della direzione Pubblica Istruzione e dell’ Ufficio Studi della direzione Presidenza del Consiglio Comunale, che hanno curato il progetto. L'iniziativa coprirà l'intero anno scolastico con il coinvolgimento di tutte le scuole interessate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento