Bilancio, Andò soddisfatto per l'approvazione: "Siamo tra i primi in Italia"

Andò sottolinea come il parere positivo da parte del collegio dei revisori dei conti “serva a testimoniare il rigore con cui il bilancio è stato redatto

Catania è tra i primi comuni italiani ad approvare il documento unico di programmazione e il bilancio pluriennale”. Lo ha sottolineato l’assessore al Bilancio Salvatore Andò indirizzando “un doveroso ringraziamento al consiglio comunale, maggioranza e opposizione” . Secondo Andò è stato anche grazie alla nuova organizzazione degli uffici se questi sono riusciti a compiere uno sforzo e predisporre per tempo gli atti.

“L’approvazione del bilancio entro i termini – ha detto Andò - rappresenta anche un segnale positivo per quella Corte dei conti che dovrà monitorare il nuovo piano di rientro approvato nello scorso mese di settembre”. L’assessore al Bilancio ha detto di aver garantito al consiglio, insieme al ragioniere generale Massimo Rosso, la costituzione di una cabina di regia per monitorare l’andamento dei conti, così come richiesto anche dai revisori.

“La prima verifica – ha detto – la prevediamo, anche in sede di confronto con la commissione bilancio e il consiglio comunale, per i primi di giugno. Questo raccordo che si è creato fa ben sperare anche per l'approvazione dei prossimi atti, come la delibera sulla riscossione e a fine mese il conto consuntivo 2016”. Entrando nel merito del documento contabile, Andò ha rimarcato come il parere positivo senza condizioni da parte del collegio dei revisori dei conti “serva a testimoniare il rigore con cui il bilancio è stato redatto, utilizzando i criteri di prudenza e veridicità e operando i tagli necessari a costituire i fondi di accantonamento così come richiesto dai Revisori per garantire equilibrio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Va sottolineato tuttavia – ha detto ancora l’assessore - come tali necessarie riduzioni alle voci di spesa siano ampiamente compensate da fondi giunti a Catania grazie al sindaco Enzo Bianco che ha speso la propria credibilità e prestigio. Fondi provenienti da patto per Catania e pon metro, che garantiscono per il 2017 un impegno di spesa per oltre 60 milioni di euro in particolare nel campo dei servizi sociali, oltre che dei lavori pubblici e della sicurezza scolastica, e di cultura e turismo che rappresentano il volano per la crescita economica della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento