Comune: convenzione per sportello assistenza giovani con problemi di dipendenza

Il protocollo d’intesa con l’Associazione Amici San Patrignano sarà sottoscritto martedì 14 gennaio nel Palazzo degli elefanti, alla presenza del sindaco Bianco e dell’assessore Trojano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Martedì 14 gennaio alle ore 10 nella Sala giunta di Palazzo degli elefanti, alla presenza del sindaco Enzo Bianco e dell’assessore al Welfare Fiorentino Trojano, sarà siglata una convenzione tra il Comune di Catania e l’Associazione Amici San Patrignano per l’apertura di uno sportello dedicato all’assistenza dei giovani con problemi di dipendenza e delle loro famiglie. Lo sportello sarà poi inaugurato alle 16, al numero 47 di via Rametta, in un immobile di proprietà del Comune in cui si trova anche il centro giovanile gestito dalla cooperativa Mosaico.
L'Associazione Amici di San Patrignano, nata nel 2010, fa parte della rete solidale direttamente collegata con la Comunità toscana, con la quale condivide mission, metodologia e obiettivi.
 “L’apertura di questo sportello – ha detto Bianco  - non è certo l’unica iniziativa che l’Amministrazione intende prendere in questo campo, ma è importante perché rappresenta il presidio di un organismo di riconosciuta efficacia in un quartiere difficile della nostra città. Uno sportello per dare assistenza non soltanto ai giovani che hanno problemi di dipendenze ma anche alle loro famiglie”.
“Si tratta – ha aggiunto Trojano – della prima di una serie di iniziative rivolte alle associazioni e agli enti che si occupano di dipendenze e che saranno via via inserite in quel protocollo d’intesa sulla Salute mentale stilato da Comune con l’Asp. Anzi, proprio tra qualche settimana, proprio con l’Azienda sanitaria provinciale organizzeremo una riunione con tutte le forze impegnate in questo settore”.

Torna su
CataniaToday è in caricamento