Comune, i dipendenti arrestati sospesi dal servizio

Lo rende noto l'ente che si costituirà parte civile al processo

In merito all’operazione "Si può fare" condotta dalla procura della Repubblica e dalla polizia, nel congratularsi con gli inquirenti per l’efficacia delle indagini, il sindaco Salvo Pogliese, ha fatto sapere che l’amministrazione comunale ha predisposto la procedura di sospensione obbligatoria dal servizio dei dipendenti soggetti a misura cautelare e, contestualmente, provvederà ad attivare apposito procedimento disciplinare a loro carico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il primo cittadino, inoltre, ha reso noto che qualora si dovesse arrivare a un processo nei confronti degli stessi indagati, il Comune di Catania si costituirà parte civile: "Esprimo il mio apprezzamento e di tutta l’amministrazione comunale – ha aggiunto Pogliese – per la dipendente comunale che ha dimostrato alto senso del dovere nel
denunciare condotte illecite, come ogni pubblico impiegato è chiamato fare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Coronavirus, anche oggi nessun decesso: a Catania zero nuovi contagi

  • Ikea, nuovi orari di apertura per lo store di Catania

  • Pensioni d’invalidità con la compiacenza di medici dell’Asp: sei misure cautelari

  • Coronavirus, in Sicilia si fermano i decessi: 4 nuovi casi a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento