Comune, arriva il dissesto: garantiti gli stipendi dei lavoratori

Il consiglio ha anche votato all’unanimità un ordine del giorno che impegna l’Amministrazione a garantire le spettanze ai lavoratori del Comune e delle partecipate

Con ventisette voti favorevoli e due astenuti, il consiglio comunale di Catania, a tarda sera, ha dichiarato il dissesto economico finanziario del Comune di Catania. Il sindaco Salvo Pogliese in apertura di seduta ha ricostruito i passaggi che hanno portato al default dichiarato dall’assemblea cittadina.

“Abbiamo provato in ogni modo a evitare il dissesto, coi mezzi legali e le norme previste dal decreto milleproroghe -ha detto il sindaco Pogliese- ma la decisione dei giudici contabili non lasciava spazio a interpretazioni diverse dalla presa d’atto della condizione di dissesto. Un fatto traumatico -ha aggiunto- anche perché, siamo la più grande città italiana in questa condizione di default, per via della situazione debitoria di 1,6 milioni di euro che abbiamo trovato. E certo non è un caso che il legislatore abbia voluto che a decretare il dissesto fosse il consiglio comunale, cioè la massima espressione democratica, dove si raccolgono tutte le espressioni e le sensibilità politiche della città per comune assunzione di responsabilità. Non è il momento –ha proseguito Pogliese- di parlare come si è arrivatia questo stato di cose, anche perché compete ad altri organi accertare le responsabilità -ha aggiunto il primo cittadino- devo ricordare, però, che la Corte dei Conti ci ha imposto di adottare una delibera di misure correttive di 449 milioni di euro per le criticità gestionali rilevate nel triennio 2014-2017, varata nello scorso mese di settembre sempre da questo consiglio comunale. Il mio impegno sarà totalizzante a far si che il peso di questo dissesto non ricada sulle fasce più deboli della popolazione che ci impegniamo garantire in ogni modo. Non dobbiamo pensare –ha proseguito- che il dissesto sia l’Apocalisse e questo messaggio positivo lo vedo recepito dalle tante risposte positive al nostro appello agli imprenditori a contribuire economicamente per accendere le luci di Natale e celebrare insieme un nuovo anno all’insegna del cambiamento. Catania –ha concluso Pogliese- è abituata a risorgere dalle proprie ceneri e ci riuscirà anche stavolta”. Dopo una sospensione di un’ora dei lavori d’aula per la mancanza del numero legale, alla ripresa, il consiglio ha deliberato dapprima il bilancio consolidato del 2017 e poi è entrato nel merito dell’atto di dichiarazione di dissesto.

Il provvedimento deliberativo, redatto dalla ragioniera generale Clara Leonardi, è stato illustrato in aula dal vicesindaco e assessore al bilancio Roberto Bonaccorsi. Su richiesta di diversi consiglieri, primo firmatario Andrea Barresi, l’assemblea cittadina ha anche votato all’unanimità un ordine del giorno che impegna l’Amministrazione a garantire le spettanze ai lavoratori del Comune e delle partecipate. Infine, alle 23,30 il consiglio comunale ha deliberato, senza nessun voti contrario dei 29 consiglieri presenti , la dichiarazione di dissesto finanziario dell’Ente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fa il giro del mondo e gli rubano la moto a Catania: l'appello per ritrovarla

  • Commerciante aveva manomesso i contatori per risparmiare

  • Scontro frontale tra due auto a Pedara: feriti i conducenti

  • Auto contromano in tangenziale inseguita dalla polizia

  • Smantellata piazza di spaccio alla "Fossa dei leoni": 5 arresti tra vedette e pusher

  • Ritrovata dai carabinieri la moto rubata al travel blogger messicano

Torna su
CataniaToday è in caricamento