Si appropria di 98 mila euro del comune di Mascali, arrestato ex segretario generale

Nei suoi confronti è stato eseguita un'ordinanza agli arresti domiciliari emessa dal Gip, su richiesta della Procura, che ha disposto anche il sequestro preventivo delle somme presenti su conti correnti intestati all'indagato e dell'appartamento di residenza

Comune di Mascali

Raffaele Antonio Milazzo, attuale segretario del comune di Aci Catena e già segretario Generale e responsabile dell'Area Economico-Finanziaria del comune di Mascali, è stato arrestato da carabinieri per falsità materiale e ideologica commessa da pubblico e soppressione, distruzione e occultamento di atti veri.

Nei suoi confronti è stata eseguita un'ordinanza agli arresti domiciliari emessa dal Gip, su richiesta della Procura, che ha disposto anche il sequestro preventivo delle somme presenti su conti correnti intestati all'indagato e dell'appartamento di residenza.

Secondo l'accusa, "dall'agosto 2016, attraverso l'emissione di mandati di pagamento e atti di liquidazione alterati, il pubblico ufficiale si appropriava di 98.786 euro del Comune di Mascali accreditandoli su un conto corrente a lui riconducibile e appositamente aperto".

Tutto ciò, sostiene la Procura di Catania, "anche grazie all'alterazione dei dati informatici presenti sul server del Comune, attestando l'esistenza di debiti inesistenti e sostituendo e sopprimendo la documentazione amministrativa e contabile corretta con determinazioni e mandati di pagamento creati ad hoc e aventi contenuto differente e quindi mendace".

L'ingente somma di cui si appropriava l'ex segretario comunale, sostiene l'accusa, "veniva liquidata apparentemente in ottemperanza ad una sentenza esecutiva emessa dal Tribunale Civile di Catania e registrata tra i 'Servizi per conto terzi', per ingannare ulteriormente il Consiglio Comunale ed eludere le verifiche sul bilancio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento