Bando per i vigili urbani, Ugl: "Assunzioni senza concorsi lampo"

“Non possiamo che gioire dell’avvenuta stabilizzazione di una prima parte del gruppo dei precari, ma siamo consapevoli che rimane ancora molto da fare" dichiara il sindacato

“Non possiamo che gioire dell’avvenuta stabilizzazione, da parte del comune di Catania, di una prima parte del consistente gruppo dei precari, ma siamo consapevoli che rimane ancora molto da fare sia in questo campo che nell’intero ambito delle politiche di gestione del personale.” Lo ha dichiarato il segretario provinciale della federazione autonomie Giuseppe Viglianesi, durante un incontro convocato nella sede della Ugl di Catania per effettuare il monitoraggio della situazione anche in vista delle imminenti elezioni per le rappresentanze sindacali unitarie per il personale non dirigente negli enti locali, che si terranno il 17, 18 e 19 aprile. Lo stesso esperto sindacalista ha comunicato ai presenti di essere stato nominato tra i responsabili nazionali del coordinamento elettorale, della tornata che dovrà eleggere i nuovi rappresentati per il triennio 2018 – 2020.

“Abbiamo apprezzato la volontà dell’amministrazione comunale di fare un primo passo in avanti che, seppur timido, rappresenta un punto di svolta storico. Auspichiamo che al più presto vengano trasformati i contratti da tempo determinato ad indeterminato dei dipendenti rimasti in graduatoria, per chiudere così una vicenda annosa ed una brutta pagina della storia del pubblico impiego catanese. Chiediamo adesso al sindaco ed all’assessore al ramo di avviare la programmazione per attuare le attese progressioni orizzontali, per cui sono a disposizione le risorse del fondo efficienza e servizi, ma anche per gli avanzamenti di carriera verticali che non si fanno da 20 anni. Crediamo che inoltre sia giunto il momento di programmare il necessario impinguamento del corpo di polizia municipale, dove oggi la dotazione numerica è ridotta ai minimi termini e si conta un’età media tra gli agenti in servizio di circa 60 anni. Siamo convinti che l’assunzione a tempo determinato di 30 unità non risolve assolutamente il problema".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Infine – conclude Viglianesi – ci auguriamo che il Comune inserisca nel bilancio preventivo i costi relativi all’aumento del contratto nazionale di categoria che dopo 9 anni, domani, sarà siglato. Sono queste le battaglie della Ugl per il 2018, perché non smetteremo mai di chiedere maggiore dignità e più diritti per il personale comunale che rappresenta la spina dorsale della macchina amministrativa della nostra città.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento