Comune, progetto per prevenire e contrastare la violenza sulle donne

L'assessore al Welfare Parisi, la presidente di Thamaia onlus Agosta e la responsabile della programmazione del Distretto socio-sanitario 16 Delfa hanno illustrato il progetto finanziato dalla Regione siciliana

Prevenire e contrastare la violenza sulle donne, anche con attività di formazione, e orientare, accogliere, sostenere le vittime di maltrattamenti. Sono questi gli obiettivi principali del “Progetto volto alla prevenzione e al contrasto della violenza di genere” presentato, in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, nella sede delle Politiche sociali del Comune dall'assessore al Welfare Fortunato Parisi, dalla responsabile della programmazione del Distretto socio-sanitario 16 (Catania capofila, Misterbianco, Motta Sant'Anastasia) Giusi Delfa, dalla presidente dell'associazione Thamaia onlus Anna Agosta. Erano presenti gli assessori del Comune di Motta Sant'Anastasia Maria Giovanna Alecci (Famiglia e Pari Opportunità) e Nunzio Di Mauro (Servizi sociali), e le referenti del progetto Maria Grazia Trifiletti per il Comune di Catania e Vita Salvo per Thamaia, mentre per Motta Sant'Anastasia la responsabile è Maria Scellato. Il progetto, finanziato per una annualità dalla Regione siciliana con circa 160 mila euro, è stato presentato dal Comune di Catania che è capofila del Distretto socio-sanitario 16.

Guarda il video

L'aggiudicazione è andata all'associazione Thamaia onlus, attiva da anni sul territorio con il centro antiviolenza e diverse iniziative a favore delle donne. Le linee di intervento prevedono quattro azioni: potenziamento del centro di ascolto telefonico con possibilità di ospitare le donne vittime di maltrattamenti in strutture di accoglienza; attività di formazione per gli operatori della rete antiviolenza distrettuale; prevenzione con iniziative di formazione per i docenti delle scuole; attività di sensibilizzazione rivolte alla cittadinanza.

“Abbiamo avuto la possibilità - ha detto l'assessore Parisi - di intercettare risorse economiche che pur se non molto cospicue ci hanno permesso di mettere a frutto un progetto importante in un settore che il sindaco Bianco e l'Amministrazione tutta teniamo in particolare considerazione, quello della prevenzione della violenza di genere. E in un momento in cui purtroppo aumentano le panchine rosse, con il dato negativo che rappresentano, iniziative come questa sono più che mai necessarie, anche perché si rivolgono alle scuole e ai ragazzi perché facciano propri i principi della non violenza. Ringrazio l'associazione Thamaia e tutta la rete dell'associazionismo catanese che insieme alle forze dell'ordine svolge un'attività efficace e preziosa”. La dottoressa Delfa ha sottolineato come la Regione abbia riconosciuto la validità del modello di costruzione di buone prassi messo in atto, nelle emergenze che riguardano le donne, dal comune di Catania anche in relazione ad altri enti e alle forze dell'ordine, e “che sarà esportato in altri distretti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La presidente Agosta ha illustrato nel dettaglio il progetto “che ha avuto il suo punto di forza nell'attività svolta sul territorio dal centro antiviolenza”. Il servizio di ascolto del centro è raggiungibile attraverso il numero verde nazionale 1522 o il numero 095 7223990: è attivo lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 14, e inoltre il lunedì anche dalle 15 alle 18 e il giovedì dalle 14 alle 16. Nelle ore di chiusura del centro, è attivo comunque un numero di emergenza per gli operatori. Alle donne vittime di maltrattamenti è offerta la possibilità di spazi protetti interni a strutture di accoglienza che garantiscono solidarietà, sostegno, recupero dell'autonomia. La formazione diretta agli operatori della rete antiviolenza mira in particolare alla formulazione di una procedura comune per l'accoglienza delle donne in emergenza. Le attività per gli insegnanti includono anche un laboratorio teatrale che coinvolgerà i ragazzi del liceo artistico Emilio Greco. Tra le iniziative di informazione e sensibilizzazione rivolte alla cittadinanza è prevista la produzione di uno spot.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento