Comune, la Regione Sicilia intima all'amministrazione di deliberare il dissesto

L'assessorato regionale alle autonomie sociali dà 30 giorni di tempo al Sindaco per deliberare il dissesto, decorso il termine si provvederà alla nomina del commissario ad acta e al conseguente avvio di sanzioni

Alla luce del pronunciamento delle sezioni riunite della Corte dei conti dello scorso 7 novembre con relativo obbligo di dichiarare il dissesto economico finanziario del Comune di Catania, l’assessorato regionale alle autonomie locali della Regione Siciliana, ha inviato al sindaco, al presidente del consiglio comunale, al segretario generale, al collegio dei revisori dei conti, alla ragioneria generale l’intimazione a deliberare il dissesto dell’ente indifferibilmente entro 30L'a giorni.

Nella nota, inviata per conoscenza anche al Ministero dell’Interno, alla Prefettura di Catania e alla Corte dei conti, è specificato anche  che decorso infruttuosamente il termine assegnato, si provvederà alla nomina del commissario ad acta e al conseguente avvio delle procedure sanzionatorie nei confronti del Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento