Comune: rendiconto 2011 con un saldo positivo di 682 mila euro

Stancanelli: "In un anno caratterizzato da una grave crisi economica con politiche nazionali che hanno previsto una pesantissima riduzione delle risorse agli Enti Locali, il risultato postivo certifica l'efficacia dei comportamenti adottati"

Il Rendiconto del Bilancio 2011 si chiude con un avanzo di amministrazione, per fondi non vincolati, di 682.319,00 euro. Il saldo positivo emerge dai documenti contabili che la Ragioneria Generale ha predisposto per l'adozione del Consuntivo da parte della Giunta e il successivo esame del Consiglio Comunale.

“In un anno caratterizzato da una grave crisi economica -ha detto il sindaco Stancanelli- con politiche nazionali che hanno previsto una pesantissima riduzione dei trasferimenti di risorse agli Enti Locali, il risultato postivo certifica l'efficacia dei comportamenti adottati nell'interesse del Comune e dei cittadini con un'azione seria e rigorosa fondata sui fatti concreti e sulla lotta all'evasione tributaria grazie anche all'incrocio dei dati con le altre pubbliche amministrazioni”.

Un elemento caratterizzante del rendiconto dell'esercizio finanziario 2001 è la particolare attenzione prestata dall'Amministrazione Stancanelli al versante tributario poiché, nonostante nessun aumento delle imposte, si è registrato un  notevoleissimo incremento delle entrate  accertate, grazie all'impegno nella lotta all’evasione e all’elusione tributaria che ha permesso una redistribuzione del prelievo fiscale e tributario ancorandolo a principi di razionalità ed equità.

Grazie a questo approccio, che considera il pagamento delle imposte un dovere di solidarietà, da cui è scaturita un' intensa lotta all'evasione che ha garantito l'avanzo di amministrazione, gli stanziamenti per le politiche sociali del Comune sono rimasti immutati  nonostante la riduzione dei trasferimenti nazionali e regionali e si sono potute mantenere inalterate le tariffe per i servizi a domanda individuale e garantire le medesime risorse a che vive situazioni di disagio:”Il rigore dell’azione amministrativa -ha detto l'assessore al Bilancio Roberto Bonaccorsi - ha permesso di  gestire l’Ente Locale  nell’ottica della prudenza al fine di garantire servizi adeguati per il soddisfacimento dei bisogni dei cittadini eliminando gli sprechi nell’impiego delle risorse pubbliche”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento