Nasce il tavolo sulla dispersione scolastica, già pronti quattro gruppi di lavoro

L'assessore al Welfare Fiorentino Trojano presenta il progetto: "Ha come obiettivo mettere in rete tutte le risorse disponibili e stipulare un accordo tra istituzioni per individuare finalità, metodi, procedure e cronoprogramma comuni"

“Questo organismo nasce per mettere in rete tutte le risorse disponibili e affrontare con la massima forza d’urto possibile un priorità dell’Amministrazione Bianco alla quale stiamo lavorando in particolare con l’assessore alla scuola Valentina Scialfa”.

Così l’assessore al Welfare Fiorentino Trojano ha presentato il Tavolo sulla Dispersione scolastica insediatosi nella sede dell’Assessorato e che ha “come obiettivo la stipula di un accordo tra istituzioni per individuare obiettivi, metodi, procedure e cronoprogramma comuni”.

Alla riunione presieduta dall’assessore Trojano, erano presenti il viceprefetto Rosa Maria Monea, il presidente del Tribunale per i Minorenni Maria Francesca Pricoco, il sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni, Stefania Barbagallo, la dirigente dell’Ufficio scolastico regionale per la provincia di Catania Rosita D’Orsi, il dirigente dell’Ufficio del Lavoro Paolo Trovato, e, per l’Asp, Giovanni Rapisarda e Anna Maria Fazio, responsabili della Neuropsichiatria infantile e Giovanni Bandieramonte, responsabile della Medicina scolastica. Presenti inoltre i funzionari della Direzione e dei Centri territoriali che si occupano di dispersione scolastica e Silvana Contino della Direzione Politiche scolastiche del Comune di Catania.

Nell’ambito del  Tavolo sulla Dispersione scolastica sono stati intanto definiti quattro gruppi di lavoro che cominceranno a operare immediatamente. Il primo avrà il compito di verificare con l’Asp la possibilità di inserire loro personale - psicologi, pedagogisti etc. – all’interno delle scuole per interventi di prevenzione del disagio giovanile. Il secondo gruppo si occuperà invece di collegare le varie banche dati disponibili, a partire da quella del Provveditorato agli studi, per uniformare le segnalazioni sugli allievi a rischio di dispersione scolastica al fine di favorire l’immediato intervento dei Servizi sociali. Il terzo si occuperà di rendere omogenee le procedure sulla vigilanza degli alunni a rischio dispersione. L’ultimo gruppo, infine, avvierà  un monitoraggio delle iniziative in favore di questi  ragazzi del Comune relativamente alle politiche scolastiche in modo da integrarle con quelle delle altre istituzioni del Tavolo. Il Tavolo si riunirà nuovamente il prossimo 9 dicembre alle 8,30 sempre nella sede dell’assessorato al Welfare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento