Ligabue al Massimino, botta-risposta Calcio Catania e amministrazione

L'assessore alla cultura Orazio Licandro rassicura tutti e replica al "no" da parte del club etneo al concerto di Ligabue fissato per il prossimo 11 giugno allo stadio Massimino. Poi aggiunge: "Nessuna polemica con il calcio Catania"

L'assessore alla cultura Orazio Licandro rassicura tutti e replica al "no" da parte del Calcio Catania al concerto di Ligabue fissato per il prossimo 11 giugno allo stadio Massimino.

CALCIO CATANIA DICE "NO" AL CONCERTO DI LIGABUE

''Nessuna polemica con il calcio Catania - afferma Licandro - Comprendo perfettamente la loro preoccupazione ma vorrei serenamente ricordare che la struttura di cui si avvale l'organizzazione dei tour musicali di Ligabue è ampiamente sperimentata con una tecnologia e dei sistemi che mettono al riparo da qualsiasi problema per ciò che concerne il manto erboso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Va detto inoltre che Ligabue si è esibito e si esibirà ancora in altri grandi stadi come l'Olimpico di Roma o San Siro a Milano, Catania, dunque, compresa". Secondo Licandro, inolre, "va sottolineato come con importanti eventi del genere, in fondo, Catania torna alla normalità, ovvero, una città che sa stare nei grandi circuiti nazionali e non solo nazionali della cultura, della musica e dello spettacolo. Forse negli ultimi anni -conclude- lo si era dimenticato perchè non si è lavorato in tal senso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento