Torna il concorso ippico nazionale di salto ad ostacoli ad Ambelia

Da venerdì 13 a domenica 15 dicembre si terrà il secondo appuntamento dell’anno con il concorso ippico nazionale di salto ostacoli

La Coppa degli Assi torna ad Ambelia. Nel nuovo impianto della storica tenuta dei principi Branciforti, ora sede dell’Istituto incremento ippico della Regione Siciliana, da venerdì 13 a domenica 15 dicembre si terrà il secondo appuntamento dell’anno con il concorso ippico nazionale di salto ostacoli A5* - 34° Challenge Coppa degli Assi con oltre 200 concorrenti. Il via domani, con le categorie di preparazione per i cavalli giovani per consentire loro di prendere confidenza con il campo, ma si entrerà subito nel vivo della gara con le prove riservate ai brevetti fino ad arrivare alla C140 qualificante per poter prendere parte al Gran Premio. Dopo la giornata di sabato, grandissima attesa per il Gran Premio - 34° Challenge Coppa degli Assi una C145 a due manche, che si svolgerà domenica 15 dicembre.

Una gara dagli alti contenuti tecnico-sportivi che si svilupperà su ostacoli alti 145 centimetri, alla quale potranno partecipare soltanto i qualificati e gli atleti che abbiano vestito la giacca rossa della Nazionale (anche per questo si chiama Coppa degli Assi). Inaugurato nel maggio del 2019, con la prima edizione della Fiera mediterranea del cavallo, il campo a ostacoli di Ambelia è diventata un vero punto di riferimento per le manifestazioni sportive a tema equestre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell’ottobre scorso, l’impianto ha ospitato il concorso nazionale A5* della Coppa degli Assi, che è gemellato con la Coppa delle Nazioni di Fieracavalli Verona Posizionato tra Scordia e Militello Val di Catania. Il sito, trasformato dal governo Musumeci in un moderno centro per sport e competizioni equestri, si trova al centro di una storica tenuta nobiliare che si estende per 45 ettari, conosciuta nell’antichità per le sue coltivazioni viticole, come dimostrerebbe il nome "Ambelia" che deriva dal greco Ampelos (vite). Oggi nella tenuta sorge l’Istituto incremento ippico della Regione Siciliana che assolve principalmente il compito di allevare e mantenere il cavallo puro sangue orientale, razza in via d'estinzione, con caratteristiche e doti uniche rispetto al patrimonio equino mondiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

  • Corsa clandestina, il cavallo cade in un fossato e muore: 16 denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento