Condannato per rapina a mano armata: arriva ordine di carcerazione

Gli agenti del Commissariato di Adrano hanno eseguito il provvedimento nei confronti di Antonio Di Maria

Nel corso del pomeriggio di ieri, personale del Commissariato di Adrano ha eseguito l’ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica di Catania, nei confronti di Antonio Di Maria (del 1966), condannato a quattro anni di reclusione per rapina commessa ad Adrano il 22 marzo 2017. In particolare l'uomo, all’epoca dei fatti, nonostante fosse sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, ha commesso una rapina a mano armata ai danni di una persona cui aveva sottratto la somma di 30 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento