menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confcommercio : bicchiere d'acqua in plastica al bar? Adesso, se richiesto, si paga

L'iniziativa, proposta da Confcommercio Catania in vigore dall'1 giugno ha l'obiettivo di ridurre i rifiuti

Dal primo giorno di giugno così come stabilito dalla Confcommercio di Catania se chiedete un caffè e un bicchiere d'acqua in plastica vi toccherà pagare dieci centesimi in più. E' questa l'iniziativa proposta dall'associazione di categoria per diminuire l'uso di materiali inquinanti e rifiuti. Ridurre il numero di sorsi d'acqua bevuti in plastica accanto al tradizionale espresso significherà abbassare il livello d'impatto ambientale che hanno anche gli esercizi commerciali.

Non si tratta dunque di pagare anche l'acqua, ma di fare maggiore attenzione quando se ne richiede un bicchiere. L'acqua in vetro, infatti, manterrà invariato il prezzo, ma se si chiederà espressamente di berla in un contenitore di plastica, allora sarà necessario essere disposti a pagare qualche centesimo in più. Nel caso in cui venga servito, senza richiesta esplicita, un bicchiere d'acqua in plastica, in quel caso, non toccherà al consumatore coprire il sovraprezzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Sicurezza

Risparmio di acqua ed energia: consigli e sistemi innovativi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento