rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

All’Ipsseoa “Karol Wojtyla” una conferenza sul “bere consapevole”

Un focus sui rischi di un cattivo utilizzo delle bevande alcoliche sulla salute e di quanto, invece, una corretta informazione possa fare la differenza ponendo il limite ben preciso tra uso e abuso, al fine di migliorare la qualità della vita di ciascuno

Ha riservato senz’altro spunti interessanti di riflessione la conferenza sul "Bere Consapevole" presso l'aula magna dell'Ipsseoa "Karol Wojtyla" di Catania. L'evento è stato organizzato da Patrizia Seminerio, ed ha visto coinvolti i club service Rotary Catania Etna Centenario, Rotary Catania Sud, e l'Associazione Ammi (associazione mogli medici italiani) di Catania. Al tavolo dei relatori la dirigente scolastica dell'Istituto, Daniela Di Piazza, Nicola Fabbri, amministratore delegato dell'omonima azienda, la gastroenterologa Bibiana Lucifora gastroenterologa, il presidente dell’Ammi Antonella Di Maggio, il presidente del Rotary Catania Etna Centenario dott. Tino Sciuto. Il tema oggetto della conferenza è stato introdotto da Patrizia Seminerio, che ha focalizzato l'attenzione sui rischi di un cattivo utilizzo delle bevande alcoliche sulla salute e di quanto, invece, una corretta informazione possa fare la differenza ponendo il limite ben preciso tra uso e abuso, al fine di migliorare la qualità della vita di ciascuno.

Dopo i saluti, la dirigente scolastica, Daniela Di Piazza ha sottolineato l'impegno dell'Istituto, da lei diretto, nel portare avanti, da sempre, una campagna di sensibilizzazione verso gli studenti che, per la loro fascia d'età, risultano essere maggiormente esposti ai rischi di un uso spropositato di bevande alcoliche. “Occorre acquisire consapevolezza nel bere e del bere - ha affermato  Nicola Fabbri - che già da diversi anni si batte, in qualità di rotariano, e non solo, per sradicare, soprattutto nei giovani, quelle cattive abitudini legate all'abuso di alcol, con effetti dannosi, se non addirittura drammatici, per la loro salute”.

“Il bere va attenzionato in modo responsabile - ha ulteriormente evidenziato Bibiana Lucifora, socia dell'Ammi - associazione che porta avanti con impegno profuso il tema della prevenzione, che ha efficacemente ed egregiamente esposto, in chiave scientifica, le implicazioni che l'uso sconsiderato dell'alcol produce sul nostro organismo”.

A conclusione gli interventi del presidente del Rotary Catania Etna Centenario, Tino Sciuto che ha ringraziato l'Istituto Karol Wojtyla nella persona del dirigente scolastico per il grande valore socio-culturale della tematica affrontata in perfetta sintonia la presidente dell'Ammi, Antonella Di Maggio che ha espresso soddisfazione per aver potuto condividere, in perfetto connubio tra mondo educativo imprenditoriale e scientifico, una finalità attualissima e che richiede sempre più approfondimenti per una battaglia comune. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

All’Ipsseoa “Karol Wojtyla” una conferenza sul “bere consapevole”

CataniaToday è in caricamento