menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chimica e Chimica industriale, consegnati i premi alle migliori matricole

A tutti gli studenti regolarmente iscritti al 2° anno sarà consegnata una maglietta

Simone Francalanza, Gianpaolo Gallo, Nicolas Gangemi, Martina Pisano, Daniela Russo, Sofia Serravalle e Pietro Mattia Todaro sono le migliori “matricole” dell’anno accademico 2018/2019 dei corsi di studio in Chimica e in Chimica industriale dell’Università di Catania. E stamattina, nel corso di una cerimonia “a distanza” sulla piattaforma MS Teams, sono stati assegnati i premi di profitto (500 euro ciascuno) finanziati dal Piano Nazionale Lauree Scientifiche - Chimica e dal Dipartimento di Scienze chimiche dell’Università di Catania. A tutti gli studenti regolarmente iscritti al 2° anno – ben 183 – sarà consegnata una maglietta del Piano Nazionale Lauree Scientifiche al rientro in dipartimento. Nel corso della cerimonia, aperta dal rettore Francesco Priolo e dal prof. Roberto Purrello, direttore del dipartimento di Scienze chimiche, sono state conferite “virtualmente” le pergamene ai migliori alunni (sugli oltre mille partecipanti) degli istituti di istruzione superiore della Sicilia centro-orientale che hanno partecipato nell'anno scolastico 2019/20 alle attività dei Laboratori del PNLS al Dipartimento di Scienze chimiche.

Ben 11 gli studenti premiati: Vincenzo Grassia, Giuseppe Mannuca e Denise Reale dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Majorana-Cascino” di Piazza Armerina, Giuseppe Laudani dell’Istituto Magistrale Statale “De Sanctis” di Paternò, Veronica Bindi e Elisa Scelsi del Liceo scientifico “Leonardo” di Giarre, Matilde Bontempo del Liceo scientifico “Majorana” di San Giovanni La Punta, Paolo Andronico, Sirlene Di Vita e Antonio Marletta del Liceo scientifico “Galilei” di Catania e Giulia Mirabella del Liceo scientifico e linguistico “Principe Umberto di Savoia” di Catania. Menzioni speciali per gli alunni dell’Istituto di Istruzione Superiore “Curcio” di Ispica, dell’Istituto Istruzione Secondaria "Foscolo" di Canicattì (il primo gruppo che ha frequentato il Laboratorio didattico Pnls del Dipartimento di Scienze chimiche di Montedoro a Caltanissetta) e dell’Istituto Tecnico Tecnologico “Rita Levi Montalcini” di Gagliano Castelferrato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Svegliarsi di notte - I significati secondo la medicina cinese

Alimentazione

Curcuma: proprietà e benefici

Cura della persona

Manicure semipermanente senza lampada - Ecco come

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento