Consiglio comunale, approvate delibere su progetto Ue di inclusione sociale

I documenti sono relativi al progetto Pon metro “CAT@CT” e alla variazione al bilancio stabilmente riequilibrato 2019-2023. L'Aula si è espressa inoltre a favore di due mozioni

Il Consiglio comunale, presieduto da Giuseppe Castiglione, ha approvato nella seduta di ieri sera, svoltasi contemporaneamente in sala consiliare e in videoconfernza, le due delibere relative al progetto Pon metro “CAT@CT” e alla variazione al bilancio stabilmente riequilibrato 2019-2023. L'Aula si è espressa inoltre a favore di due mozioni.

Il primo documento, presentato dall'assessore ai Servizi sociali Giuseppe Lombardo, ha ottenuto il via libera di 25 consiglieri, sui 30 presenti, con cinque astenuti. Si tratta di una variazione al bilancio finalizzata all'attuazione del progetto di inclusione sociale Pon Metro Asse 3 denominato "CT 3.3.1.b CAT@CT”, finanziato con fondi Ue. In particolare, l'Aula ha dato il via libera all'inserimento del progetto nell'ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato per le annualità 2020-2022 piuttosto che 2019-2021 come previsto precedentemente. L'operazione si è resa necessaria per accertare e impegnare le somme e attuare quindi il progetto che, a partire dall'esperienza messa in atto con gli istituti educativi assistenziali (IEA), mira all'ampliamento, l'innovazione, e la valorizzazione di spazi di inclusione sociale con finalità pedagogico-educative attraverso la realizzazione di dodici centri di aggregazione territoriale (CAT), oltre che di percorsi di accompagnamento alla genitorialità e di supporto alle scuole, nelle realtà territoriali di Catania dei municipi I - IV e VI . Lo specifico target da raggiungere è rappresentato da minori e giovani adulti (sino ai 21 anni) a rischio di emarginazione e devianza sociale, per contrastare disagio, abbandono scolastico, devianza, disuguaglianza sociale. La seconda delibera approvata dall'Aula, con 27 consiglieri presenti (19 favorevoli e 8 astenuti), è quella illustrata dall'assessore Fabio Cantarella. Riguarda la variazione al bilancio stabilmente riequilibrato 2019/2023, approvato dal Ministero dell'Interno nella seduta del 23/09/2020, con riferimento alle opportunità che le nuove disposizioni contenute nel decreto legge 34/2020 offrono agli enti locali. In particolare, la possibilità di accedere ad un'anticipazione presso la Cassa depositi e prestiti per assicurare “la liquidità necessaria per pagamenti certi, liquidi ed esigibili maturati verso i propri fornitori al 31/12/2019”.

Nel caso proposto dalla Ragioneria comunale, si tratta di un'anticipazione di 12.350.143,61 euro, con piano di ammortamento previsto a partire dall'1 novembre 2021 con data di scadenza 31 ottobre 2036. Le due mozioni approvate dal consesso civico sono state presentate, rispettivamente, dal consigliere Graziano Bonaccorsi, primo firmatario, e dal consigliere Giovanni Petralia. La prima, che ha ottenuto 22 voti favorevoli (un astenuto), prevede la sottoscrizione di una convenzione con la Regione Sicilia per la gestione delle attività agronomico-forestali volte al contenimento di specie arbustive e vegetali spontanee nelle aree verdi di proprietà del Comune. La seconda, approvata all'unanimità dei 24 consiglieri presenti, riguarda la costituzione di una commissione speciale per il progetto di videosorveglianza contro le discariche abusive scelto dai cittadini nell'ambito di un'iniziativa di democrazia partecipata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento