Consiglio comunale, approvato il bilancio di previsione 2014

In gran parte ritirati i 180 emendamenti, alcuni fatti propri dall'amministrazione. L’Assemblea, presieduta da Francesca Raciti, ha approvato anche il bilancio pluriennale 2014/2016 e la relazione previsionale e programmatica per il triennio 2014/2016, presentati in aula la scorsa settimana dall'assessore Giuseppe Girlando

Il Bilancio di previsione 2014 è stato approvato ieri a tarda sera dal Consiglio comunale di Catania, presieduto da Francesca Raciti, al termine di una seduta alla quale ha preso parte anche il sindaco Enzo Bianco. Il documento è stato votato dopo alcune ore di discussione, alla presenza degli assessori Luigi Bosco, Marco Consoli, Rosario D'Agata, Salvo Di Salvo, Valentina Scialfa e naturalmente del responsabile del Bilancio, Giuseppe Girlando.

Degli oltre 180 emendamenti e sub-emendamenti presentati, la gran parte è stata ritirata, alcuni sono stati fatti propri dall'Amministrazione. Alla fine il Bilancio è stato approvato con 16 voti favorevoli, uno contrario e sei astenuti su 23 presenti. Subito dopo la votazione l'assessore Girlando ha chiesto e ottenuto l'immediata esecuzione. Soddisfatto Girlando, che per il lavoro svolto ha ottenuto il plauso di tutto il consiglio   

“L'approvazione del documento – ha detto l'Assessore- è avvenuta in tempi più brevi di quelli previsti. Ringrazio tutti i consiglieri anche per il contributo apportato attraverso varie istanze che l'Amministrazione ha fatto proprie”. Tra gli ordini del giorno approvati, uno presentato dal Consigliere Manlio Messina (Area Popolare) che impegna l’Amministrazione ad aprire, nel prossimo Bilancio di previsione, un capitolo dedicato ai supporti alla disabilità.

 “Il senso dell'odg - ha detto Girlando - è pienamente legittimo e condivisibile, al di là della determinazione della cifra,  anche se l'Amministrazione aveva già previsto di destinare un capitolo di spesa apposito per garantire sostegno e supporto a questi nostri concittadini meno fortunati e alle loro famiglie”. L'aula ha poi approvato anche l'ordine del giorno a firma del consigliere Antonino Manara (Art.4) e altri, per la promozione di interventi a favore della messa in sicurezza e manutenzione degli alloggi popolari di proprietà del Comune.

Poiché l'assemblea cittadina si è riunita nella Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il sindaco Enzo Bianco e la presidente Francesca Raciti hanno evidenziato l’importanza del ruolo femminile nella società e la necessità di azioni a favore della piena parità di genere e contro la violenza sulle donne. Per l'occasione, tutti in aula indossavano la coccarda bianca mentre un paio di scarpette rosse contrassegnava il “posto vuoto”. È stato approvato anche, all'unanimità, un odg presentato dai consiglieri Maria Ausilia Mastrandrea (Con Bianco per Catania) e Sebastiano Arcidiacono (Sicilia Democratica) che impegna l'Amministrazione a rivedere la toponomastica cittadina affinché tenga conto della parità di genere e a promuovere iniziative culturali per valorizzare le figure femminili protagoniste nei vari settori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento