menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consiglio comunale, la presidente Raciti avvia “filo diretto” con le municipalità

Incontri nelle circoscrizioni e collaborazioni per risolvere problemi e promuovere lo sviluppo del territorio. Raciti: “Farò quanto nelle mie possibilità a favore di tutti i quartieri cittadini”

La partecipazione a una seduta di Consiglio della VI Circoscrizione (San Giorgio, Librino, San G. La Rena, Zia Lisa, Villaggio S.Agata) ha chiuso il ciclo di incontri con le Municipalità avviato dalla presidente del Consiglio comunale Francesca Raciti lo scorso novembre, su invito delle stesse circoscrizioni, per conoscere da vicino le realtà dei quartieri e attivare collaborazioni per risolvere problemi e promuovere lo sviluppo del territorio.

Ad accogliere nella sede di San Giorgio la presidente Raciti, accompagnata dalla funzionaria responsabile dei Rapporti con le Municipalità, Antonella Bonanno, c'erano il presidente Lorenzo Leone e tutti e dodici i consiglieri di circoscrizione con il segretario Santo Grasso, la consigliera comunale Beatrice Viscuso.

“Porterò all'attenzione dell'Assemblea cittadina – ha detto Raciti - tutti i problemi che mi rappresentate e le iniziative volte alla loro soluzione: non ho la bacchetta magica, ma prometto di fare quanto è nelle mie possibilità a favore di tutti i quartieri, tenuto conto delle scarse risorse economiche a disposizione. L'avere avviato un canale di comunicazione diretta, sia con la recente istituzione della Consulta, sia con gli incontri con i Consigli circoscrizionali, getta le basi per una fattiva collaborazione, che ha già portato in altri quartieri, grazie anche alla sensibilità del sindaco Bianco e degli assessori, al raggiungimento di alcuni significativi risultati”.

Varie le tematiche poste in evidenza nel corso della seduta: dalla sicurezza all'interno del Cimitero al randagismo nella zona della Chiesa della Resurrezione, dai percorsi pedonali all'insediamento Rom nella via del Divino Amore, dalla zona industriale alla zona franca di Librino, e ancora la potenziale pericolosità del torrente Buttaceto, oltre che del Forcile, o di alberi divelti nella zona D40 del Villaggio Sant'Agata e pericolanti in via Grimaldi, e poi Santa Maria Goretti, la Plaia, Vaccarizzo”.

“La nostra Municipalità – ha sottolineato Lorenzo Leone – ha molti problemi ma è anche ricca di potenzialità e riteniamo che una sinergica collaborazione con la presidente Raciti, che ringraziamo per la disponibilità, possa contribuire a creare i presupposti perché vecchi progetti si portino a compimento e se ne realizzino di nuovi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Alimentazione

Aglio: tipologie, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento