menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Proposta in consiglio comunale: "Imposte locali arretrate a rate e senza interessi"

"Attualmente - spiegano i Consiglieri - il regolamento generale delle entrate del Comune di Catania, prevede che i cittadini che si trovino nell'impossibilità di pagare possano chiedere una rateizzazione degli importi dovuti pagando l'interesse legale maggiorato di tre punti su base giornaliera

Nuova proposta avanzata all'amministrazione comunale da parte dei consiglieri di maggioranza, Lanzafame e Vullo. L'idea è quella di permettere alle famiglie e alle imprese catanesi, strette nella morsa della crisi, di pagare in piccole rate, senza alcun aggravio, le cartelle esattoriali arretrate.

"In un momento di grave difficoltà economica per le famiglie e le imprese catanesi, - spiegano i due consiglieri - abbiamo chiesto all'Amministrazione Comunale di venire incontro ai tanti cittadini onesti, che intendono pagare le imposte comunali ma si trovano impossibilitati a causa della crisi, prevedendo la possibilità di chiedere entro il 31 dicembre 2014 una rateizzazione, fino a 24 mesi, ad interessi zero, delle somme risultanti dagli avvisi di accertamento e dalle cartelle esattoriali arretrate."

La proposta ha già visto il parere favorevole dell'Amministrazione Comunale e dell'Assessore al Bilancio, Giuseppe Girlando, riguardo alla previsione di una finestra per l'accesso alla rateizzazione, ad interessi zero, degli importi dovuti dai cittadini per il pagamento dei tributi locali.

"Attualmente - spiegano i Consiglieri -  il regolamento generale delle entrate del Comune di Catania, prevede che i cittadini che si trovino nell'impossibilità di pagare possano chiedere una rateizzazione degli importi dovuti pagando l'interesse legale maggiorato di tre punti su base giornaliera. Quello che abbiamo proposto all'amministrazione, e che si tradurrà in una proposta di emendamento al regolamento sulla IUC (imposta unica comunale), è di prevedere che in via transitoria, sino al 31 dicembre 2014 i cittadini catanesi possano chiedere la rateizzazione senza interessi delle somme dovute. Oggetto di rateizzazione potranno essere non soltanto le somme dovute in virtù di un avviso di accertamento ma altresì le somme per cui è in corso un procedimento esecutivo da parte dei soggetti incaricati dall'amministrazione alla riscossione."

"Si tratta di un piccolo ma importante segnale - concludono i Consiglieri - che l'Amministrazione vuole dare alla città. Il sistema tributario oltre a dover essere improntato alla massima equità, non può non tener conto delle gravi difficoltà che stanno attraversando le famiglie catanesi. Pensiamo ad una gestione dei tributi dal volto umano, inflessibile con i furbi, ma attenta alle esigenze della persona, specialmente di chi sta soffrendo di più il momento di grave crisi."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Catania arriva PonyU Express: per negozianti e privati

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Salvini a Catania, caso Gregoretti: prossima udienza il 10 aprile

  • Politica

    Aeroporto, Sac: "Con Comune e Amt in sinergia per l'intermodalità"

  • Politica

    L'assessore comunale Alessandro Porto passa alla Lega

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento