Cronaca

Consiglio comunale rinviato, emendamento asili nido: "Paghi di più chi ha di più"

Dalle ore 17.30 fino alle 21.30: seduta a vuoto. 20 gli emendamenti presentati, 12 della maggioranza e 7 dell'opposizione. Quelli più importanti riguardano le tariffe. E, tra queste, quelle mensili sostenute dai genitori che portano i loro bambini negli asili nido comunali

Non c'è tregua per gli asili nido di Catania. Ieri, il Consiglio comunale era stato convocato per approvare il nuovo regolamento sul servizio- che prevedeva il vincolo di copertura del 36 per cento dei costi - ma non è stato raggiunto il numero legale e, pertanto, è stato interrotto per riprendere alle ore 17 di oggi.

Dalle ore 17.30 fino alle 21.30: seduta a vuoto. 20 gli emendamenti presentati, 12 della maggioranza e 7 dell'opposizione. Quelli più importanti riguardano le tariffe. E, tra queste, quelle mensili sostenute dai genitori che portano i loro bambini negli asili nido comunali. In particolare, l'emendamento  introdurrebbe una diminuzione della tariffa a carico dei genitori che percepiscono meno di 15 mila euro lordi annui.

"Paghi di più chi ha di più", dichiarano i firmatari. Il gruppo di consiglieri ha presentato anche un ordine del giorno - primi firmatari Vanin e Arcidiacono - con il quale impegna l'amministrazione a riportare il servizio degli asili nido nell'ambito della Direzione Istruzione in quanto servizio Socio-educativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale rinviato, emendamento asili nido: "Paghi di più chi ha di più"

CataniaToday è in caricamento