rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Cronaca

Consiglio comunale, prorogata a ottobre la terza rata della Tari

La presenza del commissario starordinario Federico Portoghese comincia a farsi sentire in quello che è stato uno dei consigli comunali più veloci degli ultimi mesi e che è riuscito a portare a casa alcune questioni da tempo rimaste solo all'ordine del giorno: "Tante le criticità riscontrate"

La presenza del commissario straordinario Federico Portoghese comincia a farsi sentire in quello che è stato uno dei consigli comunali più veloci degli ultimi mesi e che è riuscito a portare a casa alcune questioni da tempo rimaste solo all'ordine del giorno: si tratta del regolamento per la gestione delle sponsorizzazioni e della modifica di quello sul gratuito patrocinio. Ma la notizia è l'approvazione della proroga della terza rata della Tari. Rimane ancora solo sulla carta l'approvazione della disciplina sull'installazione dei chioschi, di due debiti fuori bilancio e della fusione per incorporazione della società Catania Rete Gas spa in Sidra spa.

"Sono tante le criticità riscontrate", ha sottolineato ieri il commissario straordinario Federico Portoghese. Tra queste la più grave sembra essere la mancata approvazione entro i termini stabiliti dalla legge del Piano triennale delle opere pubbliche per gli anni 2022-2024 e dell'elenco dei lavori per il 2022. Un altro argomento che il Consiglio pare non volere affrontare. In questo caso, nell'ultima seduta di ieri, la mancata discussione sul punto si deve all'assenza del presidente della seconda Commissione Angelo Scuderi. Il rischio è che il ritardo possa causare conseguenze di tipo sanzionatorio.  

 A differenza delle precedenti sedute c'è poco spazio per il dibattito consiliare e il clima, complice la presenza di un pubblico ufficiale come Portoghese, sembra diverso. È tutto molto più accelerato. Questo però non basta per evitare che il consiglio si concluda di nuovo per mancanza del numero legale, che salta sull'approvazione del regolamento di contabilità relativo all'armonizzazione dei sistemi contabili - di cui al decreto legislativo 118 del 2011 - che giace da aprile tra i banchi del Consiglio. 

La proroga della terza rata della Tari

Dopo l'aumento del 18 per cento della tariffa sui rifiuti, come annunciato già in precedenza dall'amministrazione comunale, Palazzo degli Elefanti prova a mettere una pezza. Per la proroga era stata prevista la trattazione d'urgenza richiesta dal sindaco facente funzioni Roberto Bonaccorsi, per la quale il Consiglio comunale si era riunito martedì senza arrivare all'approvazione per mancanza del numero legale. Circostanza che ha imposto il rinvio in seconda convocazione a ieri sera. Stavolta con venti voti favorevoli e uno astenuto, la delibera passa. E la scadenza della tassa viene prorogata a ottobre. E le polemiche scaturite dall'approvazione dell'aumento della Tari sono di là dal cessare. Per dovere di cronaca se è vero che il consigliere comunale Lanfranco Zappalà, come scritto da CataniaToday, ha mantenuto il numero legale rimanendo in aula facendo in modo che la maggioranza facesse valere i numeri, è altrettanto vero che se l'opposizione - in particolare cinque consiglieri tra i quali anche quelli del Movimento cinque stelle - fosse rimasta in aula, i voti contrari avrebbero raggiunto quelli favorevoli in quello che sarebbe stato un dieci contro dieci. Il pareggio avrebbe comportato la mancata approvazione dell'aumento delle tariffe. Ma la scure di un probabile deferimento alla Corte dei Conti per essere venuti meno a riequilibrare il bilancio potrebbe avere convinto i consiglieri a non presentarsi. 

Il regolamento sulla gestione delle sponsorizzazioni

Si tratta di un nuovo regolamento dopo 18 anni che consentirà all'ente di ampliare la sinergia tra pubblico e privato. "In quattro anni di attività di sponsorizzazione siamo risuciti a quantificare interventi per oltre due milioni di euro - dice il direttore dell'ufficio del Gabinetto del sindaco Giuseppe Ferraro nell'enunciare la disciplina - dalle rotatorie in circonvallazione passando dalla strada scolastica in via Carbone, fino alle iniziative natalizie". Subito dopo a prendere la parola è il consigliere Enzo Bianco in una delle poche sedute in cui è presente. "Uno strumento importantissimo, quello delle sponsorizzazioni, per l'organizzazione di eventi e colmare le insufficienti risorse - sostiene l'ex primo cittadino - una prassi fondamentale anche per evitare pratiche di concorrenza sleale". Venti su venti e anche questa passa all'unanimità dei presenti. 

La fusione per incorporazione di Catania Rete Gas in Sidra 

Questione ancora pendente è la fusione delle due partecipate del Comune. Un punto di cui non è neanche stato richiesto il prelievo. I problemi deriverebbero dalla diversità delle discipline attinenti alla richiesta di sovvenzionamenti che rende difficle l'armonizzazione delle discipline. E di conseguenza anche quella per richiedere le agevolazioni finanziarie. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale, prorogata a ottobre la terza rata della Tari

CataniaToday è in caricamento