Pregiudicato va in carcere dopo essere stato ferito a colpi di pistola

Aveva violato le prescrizioni del giudice, evadendo tornando a casa ubriaco. Il ferimento rientra nell'ambito di dissidi familari

La polizia di Stato ha eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte di Appello di Catania nei confronti di Salvatore Consoli, pregiudicato, ritenuto responsabile del reato di evasione. Il provvedimento accoglie gli esiti di indagini, avviate la notte dello scorso 3 novembre ed eseguite dalla aquadra mobile , a seguito della segnalazione dell’esplosione di un colpo d’arma da fuoco nel quartiere San Giorgio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Consoli è stato attinto alla gamba destra all’interno della propria abitazione in quella occasione. Il ferimento era maturato in un contesto familiare e l'uomo, poco prima di essere colpito, nonostante fosse agli arresti domiciliari con l’apposizione del braccialetto elettronico per i reati di rapina, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento, ha reiteratamente violato la prescrizione cui era sottoposto uscendo dall’abitazione e ritornandovi in stato di ebbrezza alcolica. Espletate le formalità di rito, è stato pertanto associato presso la casa circondariale di Piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Superbonus edilizia: "Accelerare i tempi, serve meno burocrazia"

  • Rete di pusher agiva in diverse piazze di spaccio, scattano gli arresti

  • Coronavirus, in Sicilia situazione stabile: scoperto un nuovo caso

Torna su
CataniaToday è in caricamento