Consorzio di Bonifica, lavoratori protestano nuovamente

I 350 dipendenti 151unisti del Consorzio (130 nel Catanese), continuano ad attendere invano la stabilizzazione e il riordino dei consorzi

I lavoratori del Consorzio di Bonifica della Sicilia orientale tornano a protestare dopo le risposte insufficienti della Regione nei giorni scorsi: oggi si ritroveranno alle ore 10 davanti all' ex Palazzo Esa a Catania. I 350 dipendenti 151unisti del Consorzio (130 nel Catanese), continuano ad attendere invano la stabilizzazione e il riordino dei consorzi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nonostante la Regione Siciliana nei giorni scorsi abbia confermato la disponibilità a stabilizzare i 350 lavoratori, nulla è variato e gli operatori continuano ad attendere invano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento