Continua la lotta ai posteggiatori abusivi, controlli alla Playa

Una ventina di agenti, scelti tra il personale della Questura e dei commissariati Librino e San Cristoforo, affiancati dalle squadre della polizia scientifica, si sono avvalsi della collaborazione della polizia locale per battere “palmo a palmo” il viale Kennedy

Continuano i servizi disposti dal Questore di Catania Mario Della Cioppa per fronteggiare il fenomeno dei posteggiatori abusivi. Ancora una volta, atteso che l’approssimarsi della stagione estiva ha “spostato” l’attività di questi “taglieggiatori da strada” presso il litorale della Plaja, gli agenti sono intervenuti lì dove più numerose sono le presenze di catanesi che, specie nei giorni festivi e nei weekend, affollano le zone balneari. Una ventina di agenti, scelti tra il personale della Questura e dei commissariati Librino e San Cristoforo, affiancati dalle squadre del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica, si sono avvalsi della collaborazione della polizia locale per battere “palmo a palmo” il viale Kennedy.

Controlli posteggiatori abusivi 2-2

Un’operazione che ha avuto un’evidente ricaduta sulla presenza dei posteggiatori che recentemente sono stati duramente colpiti proprio in quell’area, con un intervento che ha portato al sanzionamento di una decina di essi, tra i quali parecchi pregiudicati. A ciò si aggiungano gli ulteriori strumenti messi a disposizione dei cittadini per la segnalazione di illeciti, non in ultimo l’applicazione YouPol attraverso la quale per le volanti, recentemente, è stato possibile intervenire, sanzionare e denunciare immediatamente un posteggiatore abusivo che si era “messo in azione” per estorcere denaro a un automobilista.

Controlli posteggiatori abusivi 3-2

"Grazie a tutto l’impegno per combattere questo fenomeno, i numeri sembrano essere in calo, pur tuttavia, nella mattina di ieri ne sono stati 'pizzicati' alcuni", si legge nella nota della questura. Tra essi, uno è stato sorpreso “con le mani nel sacco” proprio grazie, ancora una volta, a YouPol, attraverso la quale un cittadino ha segnalato il catanese G.C. che stava illegalmente operando in via Sant’Euplio: è stato sanzionato e allontanato dal posto. Ma le attenzioni si sono concentrate sul lungomare della Plaja: qui, 3 soggetti sono stati raggiunti dai poliziotti mentre esercitavano l’attività illecita di guardia macchine, per poi essere sanzionati e allontanati dai luoghi, andandosi a sommare alle 25 persone che, nel corso della settimana appena trascorsa, sono state sanzionate per il medesimo motivo. Il servizio è continuato per tutto il pomeriggio, a garanzia della libera circolazione degli automobilisti e per garantire loro la libertà di lasciare l’auto senza dover soccombere a questa sorta di “pizzo”, che per alcuni è diventato un ben lucroso affare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Incidente autonomo in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

  • Ricette false per ottenere i rimborsi, due medici sospesi ed otto farmacisti indagati

  • Coronavirus, commercialista di Biancavilla morto al San Marco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento