rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Protocollo tra guardia di finanza, Asp e ospedali catanesi a tutela della spesa pubblica

I protocolli riguardano le procedure operative utili a rafforzare il sistema di prevenzione e contrasto delle condotte lesive dei pubblici interessi economico-finanziari

Sono stati sottoscritti 4 distinti protocolli d’intesa tra il comandante provinciale della guardia di finanza e i direttori generali dell’Azienda sanitaria provinciale e delle tre Aziende ospedaliere catanesi "A.O. per l’Emergenza “Cannizzaro”, l’A.O. di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione “Garibaldi” e l’A.O. Universitaria Policlinico “G.Rodolico-San Marco”. I protocolli riguardano le procedure operative utili a rafforzare il sistema di prevenzione e contrasto delle condotte lesive dei pubblici interessi economico-finanziari. L’obiettivo è quello di migliorare, con una mirata circolarità di notizie qualificate, l’interscambio informativo tra gli attori coinvolti, al fine di individuare e reprimere potenziali fenomeni illeciti legati alle misure di sostegno e/o di incentivo pubblico, con particolare riferimento al settore delle prestazioni sociali agevolate, alle spese previdenziali e sanitarie, agli appalti.

Il comandante provinciale della guardia di finanza, Generale di Brigata Antonino Raimondo, e i direttori generali dell’Asp, dott. Maurizio Lanza, del “Cannizzaro”, dott. Salvatore Giuffrida, del “Garibaldi”, dott. Fabrizio De Nicola, e del Policlinico, dott. Gaetano Sirna, hanno inteso condividere un percorso virtuoso di procedure, volto a ottenere una maggiore efficienza nel sistema dei controlli della pubblica amministrazione.

"Le Aziende della sanità etnea, nel pieno rispetto delle disposizioni in materia di privacy, effettueranno con i propri uffici preliminari approfondimenti dei dati e delle informazioni di cui siano venute a conoscenza in ragione delle proprie funzioni, selezionando così qualificati input informativi da trasmettere alla Guardia di Finanza - si legge nella nota - Il comando provinciale del Corpo e i propri Reparti dipendenti svilupperanno tali notizie per orientare e rafforzare l’azione di prevenzione, ricerca e repressione degli illeciti di natura economica e finanziaria. Così potenziando le procedure e garantendo la circolarità informativa, si renderà ancor più mirata ed efficiente l’azione di controllo nel delicato settore della tutela della spesa pubblica nazionale ed europea, con una particolare attenzione anche al corretto utilizzo della quota di competenza delle risorse finanziarie stanziate nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza".

Il Generale Raimondo ha sottolineato che “il rinforzato impegno a mettere in campo le migliori sinergie non potrà che rendere ancora più incisiva ed efficace l’azione del Corpo nella tutela della finanza pubblica. Il continuo dialogo e l’affinamento delle procedure di selezione, formalizzato oggi con la Sanità etnea, ma obiettivo comune di tutti gli apparati della pubblica amministrazione, avrà il pregio di garantire la trasparenza, la meritocrazia e la sana competitività del sistema”.

Il dott. Maurizio Lanza ha aggiunto che “solamente con la sinergia e la collaborazione tra Istituzioni è possibile raggiungere i migliori livelli di tutela della finanza pubblica. L’Asp di Catania è onorata di poter collaborare con il comando provinciale della guardia di Finanza di Catania e di poter contribuire all'attuazione di questo importante strumento a garanzia del buon uso delle risorse economiche in ambito sanitario". Il dott. Salvatore Giuffrida ha desiderato precisare che “la collaborazione istituzionale con la Guardia di Finanza permette di rafforzare le misure di contrasto alla corruzione adottate dall’Azienda Cannizzaro, in una delle aree di rischio più sensibili, oggetto per questo di grande attenzione da parte dell’Anac, tanto più alla luce dei prossimi finanziamenti nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Proprio l’eccezionale occasione offerta dal PNRR allo sviluppo del Servizio Sanitario Regionale richiede ogni sforzo per la migliore valorizzazione delle risorse assegnate: la possibilità di affiancare il qualificato contributo del Corpo agli strumenti di cui l’Amministrazione si è dotata potrà offrire un’ulteriore garanzia legalità, al servizio dell’interesse pubblico”.

Il dott. Fabrizio De Nicola ha evidenziato che "la sottoscrizione dell’odierno protocollo tra Guardia di Finanza e Arnas Garibaldi rappresenta un momento fondamentale nel percorso di consolidamento dei rapporti tra Pubblica Amministrazione e Corpi dello Stato, contribuendo in questo modo a contrastare con decisione la corruzione e gli altri reati legati alla cosa pubblica".

Ha infine concluso il dott. Gaetano Sirna: “La firma del protocollo d’intesa rafforza una collaborazione che prosegue da tempo e che oggi acquista slancio e vigore grazie a procedure operative più snelle ed efficaci. La nostra azienda continuerà a collaborare attivamente con i professionisti della Guardia di Finanza, nell’azione di contrasto alla corruzione e ad ogni forma di illecito, agevolando al massimo le attività di controllo e segnalando eventuali anomalie o condotte irregolari, nell’ottica della trasparenza e del pieno rispetto della normativa in materia”. La sottoscrizione dei protocolli consolideranno, nel rispetto dei relativi compiti e funzioni, i ruoli degli attori della sanità etnea, quali poli scientifici di eccellenza del territorio siciliano, e quello della Guardia di Finanza, quale moderna forza di polizia economico-finanziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protocollo tra guardia di finanza, Asp e ospedali catanesi a tutela della spesa pubblica

CataniaToday è in caricamento