Contrasto al lavoro nero, sospese 2 attività imprenditoriali: scoperti 6 lavoratori in nero

Sono state ispezionate 5 aziende e verificate 14 posizioni lavorative: scoperti 6 lavoratori "in nero"; sospesa l'attività imprenditoriale di una prima impresa commerciale cinese a Catania per avere impiegato 1 lavoratore "in nero" su 4 presenti

I carabinieri del nucleo Ispettorato del Lavoro e del Comando Provinciale di Catania, coadiuvati dagli Ispettori della Direzione Territoriale del Lavoro, hanno intensificato i controlli nel mondo del lavoro riscontrando ancora una volta lo scarso livello di osservanza delle regole. 

Sono state ispezionate 5 aziende e verificate 14 posizioni lavorative: scoperti 6 lavoratori “in nero”; sospesa l’attività imprenditoriale di una prima impresa commerciale cinese a Catania per avere impiegato 1 lavoratore “in nero” su 4 presenti; sospesa l’attività imprenditoriale di una seconda attività commerciale cinese a Catania per avere impiegato 5 lavoratori “in nero” su 6 presenti; denunciati i 2 titolari delle  attività imprenditoriali per l’illecito utilizzo di impianti di video sorveglianza senza l’autorizzazione della Direzione Territoriale di Catania e in mancanza di accordo sindacale come previsto dallo Statuto dei Lavoratori; denunciato  il titolare di un’impresa commerciale di abbigliamento, per la presenza di impianti di estinzione scaduti e per inidoneità igienico-sanitaria dei locali assistenziali; elevate ammende per 28.000 euro; accertate sanzioni amministrative per 31.000 euro; recuperati contributi Inps per 7.500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento