Contro i piromani il Codacons propone le "fotorotonde": cittadini che controllano

Contro gli incendi che stanno bruciando la Sicilia scende in campo Francesco Tanasi Segretario Nazionale Codacons che propone le “Fotoronde”: liberi cittadini con macchine fotografiche che agiscano come sentinelle, per la salvaguardia del patrimonio naturale siciliano

Contro gli incendi che stanno bruciando la Sicilia scende in campo Francesco Tanasi Segretario Nazionale Codacons che propone le “Fotoronde”: liberi cittadini  con macchine fotografiche che agiscano come sentinelle, per la salvaguardia del patrimonio naturale siciliano.

“Sembra superfluo ricordare – afferma Tanasi – che i responsabili devono essere puniti con severità e bisogna far di tutto per porre un argine al fenomeno. Per questo propongo che Comuni e Regione Siciliana mettano una taglia di 10 mila euro a piromane, offrendo i soldi a chi riesce a fotografarli in azione e in modo da permetterne l’identificazione, con successiva pena”.

Tanasi conclude annunciando che il Codacons si costituirà parte civile nei processi che si celebreranno contro i piromani, volendo in tal modo sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni, “affinche’ ognuno faccia la propria parte nella lotta a questa subdola e pericolosa forma di criminalita’”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento