Cronaca Corso Italia / Piazza Giovanni Verga

Contro la violenza sulle donne, fiaccolate e sit-in: si comincia dal Tribunale

Parte dal Palazzo di Giustizia la lunga giornata in ricordo delle vittime di femminicidio. Uno striscione con la foto di Stefania Noce - la studentessa uccisa dal fidanzato insieme al nonno che cercava di difenderla - e la scritta "Non sono in vendita" per dire "Mai più"

Parte dal Palazzo di Giustizia di Catania la lunga giornata in ricordo delle vittime di femminicidio. Uno striscione con la foto di Stefania Noce - la studentessa uccisa dal fidanzato insieme al nonno che cercava di difenderla - e la scritta "Non sono in vendita" per dire "Mai più" a donne uccise, violentate, maltrattate dagli uomini. Una poesia, scritta da Stefania nel lontano 2003 e pubblicata sulla pagina Facebook che ne celebra il ricordo, per capire il senso di una giornata simbolo in difesa delle donne e contro la sopraffazione da parte di mariti, fidanzati e familiari: "Ode di odio a tutti i tegami, alle ricette da brava cuoca e a tutti i ricami. Non voglio scope in casa mia o sol per volare ed andarmene via. Non voglio casa, non voglio tetto, ma solo boschi, montagne, ruscelli e non avere di crisi il rigetto".

Ecco che, mentre in Corte d’Appello si celebra il processo per l’omicidio di Stefania avvenuto a Licodia Eubea, davanti al Tribunale si partecipa alla "Giornata mondiale contro la violenza sulle donne". Una lunga giornata che continuerà nel pomeriggio con performance, mostre e momenti di sensibilizzazione in piazza Stesicoro. Le associazioni "La Ragna-tela", "Thamaia", "Le voltapagina", "Snoq" e Cgil si riuniranno contro il femminicidio e contro la cultura sessista e maschilista.

La Cgil, in particolare, alle ore 17 comincerà una fiaccolata da via Etnea 55. In conclusione, alle ore 18.30, Don Antonio Ucciardo, consulente ecclesiastico dell'Uciim celebrerà  una messa in suffragio delle vittime di violenza con lettura di brani e testimonianze sul tema, coordinata dal preside Giuseppe Adernò.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro la violenza sulle donne, fiaccolate e sit-in: si comincia dal Tribunale

CataniaToday è in caricamento