rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Acireale

Controlli ad Acireale, individuata attività di spaccio nel "centro operativo misto"

Durante le fasi del controllo si avvicinava un altro giovane il quale, senza accorgersi della presenza dei poliziotti, chiedeva al giovane spacciatore una “stecchetta” di erba

Controlli della polizia nel centro operativo misto (Com) di Acireale, zona frequentatissima anche da minorenni. L'attività di monitoraggio ha avuto inizio a seguito delle segnalazioni provenienti da cittadini acesi che indicavano una attività di piccolo spaccio in quell'area.

I poliziotti hanno così effettuato nel pomeriggio di ieri 11 aprile, intorno alle ore 17, un servizio di appostamento, ben confondendosi tra i cittadini di passaggio. Dopo alcune ore, gli agenti hanno notato un giovane con jeans, felpa e cappellino con “visiera all’indietro”, cui si avvicinavano alcuni giovani, presumibilmente minori degli anni 18 che si accostavano al primo e, dopo qualche istante e un rapido scambio, si allontanavano.

Dopo aver attestato questo, i poliziotti sono intervenuti bloccando il giovane con il cappellino. Durante le fasi del controllo si avvicinava un altro giovane il quale, senza accorgersi della presenza dei poliziotti, chiedeva al giovane spacciatore una “stecchetta” di erba. Addosso a quest’ultimo, infatti, identificato per Musmarra Angelo, di anni 18, con precedenti specifici nonché già arrestato per furto, sono state rinvenute alcune dosi di marijuana preconfezionate e alcune banconote da 5 euro, provento dello spaccio.

Ogni piccola “stecchetta” viene venduta al prezzo di 5 euro che la rende, purtroppo, più facilmente accessibile anche a ragazzi infraquattordicenni. Il Musmarra ammesso al regime degli arresti domiciliari, sarà sottoposto a processo per direttissima nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli ad Acireale, individuata attività di spaccio nel "centro operativo misto"

CataniaToday è in caricamento