La polizia dichiara guerra agli affitti in nero, controlli a tappeto

I proprietario di uno stabile in via Santissima Trinità affittava a studenti universitari 5 stanze al prezzo di 120 euro ciascuna per la doppia, 170 per la singola

La polizia ha effettuato controlli straordinari per verificare la regolare occupazione degli immobili da parte degli inquilini in varie zone della città. Sono state accertate numerose violazioni: locazioni di immobili ad uso abitativo e commerciali totalmente in nero e, solo in taluni casi, i contratti di locazione sono stati registrati presso l’ufficio delle Entrate in modo difforme rispetto alla realtà, dichiarando un importo inferiore. Particolarmente rilevante il controllo effettuato presso uno stabile di via Santissima Trinità, il cui proprietario affitta a studenti universitari attraverso Facebook 5 stanze al prezzo di 120 euro ciascuna in caso di stanza doppia, 170 euro per la singola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

C'erano affittuari che vi abitavano in nero anche da 5 anni. In un altro caso, così come dichiarato dal conduttore di un immobile sito in via Pensavalle, l’evasione fiscale andava avanti dal 1995 con un dichiarato di 180 euro a fronte dei 600 versati. Da un altro accertamento è emerso l’affitto totalmente in nero da parte del titolare di un’officina meccanica di via Firenze a Misterbianco.Inoltre è stato accertato l’affitto di un ramo di azienda con evasione fiscale pari a quasi circa 40 mila euro in soli pochi mesi ed è emerso che alcuni affittuari pagano canoni d’affitto in nero da 30 anni in via Furnari, da 10 anni al Villaggio Sant’Agata, da 4 anni in via De Amicis e in altre vie di Catania quali via Santa Maria delle salette, viale Bummacaro, via Gramignani eccetera. Si evidenzia da parte dei proprietari degli immobili un'evasione fiscale pari ad oltre 350 mila euro e, per tale motivo, attualmente sono state trasmesse 14 segnalazioni alla guardia di finanza ed all’ufficio delle Entrate. Infine, in relazione ad uno stabile di via Santissima Trinità, in pessime condizioni strutturali e con evidenti gravi anomalie negli impianti elettrici, è stata data notizia delle irregolarità all’ufficio incolumità del Comune di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e i furti in abitazioni: undici le persone arrestate

  • Musumeci firma la nuova ordinanza, in Sicilia mascherine obbligatorie

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Coronavirus, anche oggi nessun decesso: a Catania zero nuovi contagi

  • Ikea, lo store di Catania pronto a riaccogliere i visitatori: ecco come

Torna su
CataniaToday è in caricamento