Pedara, sequestrati 400 chili di arance ad un abusivo

Nei prossimi giorni continueranno i controlli interforze in tutta la provincia etnea

La guardia di finanza di Acireale ha individuato, a Pedara, un venditore abusivo di arance “fiscalmente inesistente". Il controllo rientra in un più ampio giro di vite contro la vendita di arance di dubbia provenienza, e potenzialmente anche di origine furtiva.

E' stato quindi disposto il sequestro di 400 chili di prodotti agrumicoli privi di tracciabilità, con sanzioni amministrative connesse all’occupazione abusiva della strada pubblica e per la mancata installazione del misuratore fiscale. Nei prossimi giorni continueranno i controlli interforze in tutta la provincia etnea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Il ministro Speranza firma nuova ordinanza: Sicilia ancora "arancione" fino al 3 dicembre

Torna su
CataniaToday è in caricamento