menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controllati due bar di Tremestieri Etneo e Nicolosi, trovati anche escrementi di topo

I controlli sono stati effettuati dalla polizia, insieme con l'Asp del Distretto di Gravina

Continuano i controlli da parte della polizia insieme con l’Asp del Distretto di Gravina. In particolare i controlli sono stati effettuali presso alcuni locali nei comuni di Tremestieri Etneo e Nicolosi.

A Nicolosi, in piazza A. Longo presso il bar “F.lli Vitale” sono state accertate scarse condizioni igieniche-sanitarie, sporcizia e grasso incrostato dietro le attrezzature, sui quadri elettrici e sui pavimenti. Inoltre, sempre all’interno del laboratorio, sono stati rinvenuti rifiuti di varia natura, una zona chiusa adibita a deposito di spazzatura con diffusione di cattivo odore nel locale e, fatto molto grave, sono state rinvenute tracce di escrementi di topo sul pavimento che personale Asp ha provveduto a campionare al fine di sottoporle ad analisi chimica e microbiologica, come specifica la nota della Questura. In via d’urgenza, così, il bar è stato chiuso. Inoltre, in un congelatore all’interno del laboratorio sono stati rinvenuti alimenti surgelati all’origine e non segnalati come tali nell’apposito menù esposto al pubblico e, per tale motivo, il titolare è stato indagato in stato di libertà per il reato di frode in commercio. Rinvenuta anche ricotta priva di tracciabilità opportunamente distrutta. Al titolare e per i fatti sopra esposti, sono state irrogate sanzioni pari a 5.666 euro e, nello specifico, per mancanza di tracciabilità, per mancanza di pulizia, e per mancanza della tabella degli allergeni.

A seguire, è stato controllato il Bar “Dante” di Tremestieri Etneo in via Etnea: al titolare sono state contestate violazioni quali la mancanza di tracciabilità delle uova, l’inidoneità dell’uso dello spogliatoio per i dipendenti e dell’abbigliamento del personale, il mancato aggiornamento manuale HACCP e l’illeggibilità dell’elenco degli ingredienti. Al titolare sono state irrogate sanzioni pecuniarie pari ad euro 5.566 ed è stato, altresì, indagato per inosservanza delle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Consiglio comunale, seduta straordinaria sull'emergenza Covid

  • Cronaca

    Nuovo furto alla "Campanella Sturzo" di Librino: è il quarto in due mesi

  • Cronaca

    Trasporta in un suv 7 chili di marijuana "skunk": arrestato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento