Controlli sui luoghi di lavoro, sequestrato un cantiere: denunciati 5 imprenditori

I carabinieri di Gravina hanno elevato multe ai titolari delle attività per oltre 30 mila euro. Moltissime le irregolarità riscontrate, identificati anche lavoratori in nero

foto archivio

I carabinieri di Gravina di Catania, con il supporto degli Ispettori – UPG dell’U.O. di controllo e vigilanza del servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro dell’A.S.P. di Catania, hanno ispezionato diversi cantieri edili attivi sul territorio.

Nel corso delle verifiche è stato denunciato l’amministratore unico di uia impresa di costruzioni con sede legale a Catania, per: - inidoneità dei parapetti e tavole fermapiedi lungo le aperture nei muri e nei ballatoi prospicienti il vuoto; - mancanza di attrezzature di lavoro in conformità alle disposizioni vigenti; - mancanza di dispositivi di protezione individuale dei lavoratori in conformità alle disposizioni vigenti; - mancanza di idonei spogliatoi dotati di armadietti in numero congruo ai lavoratori impiegati in cantiere; - mancanza di adeguati mezzi estinguenti; - mancanza di idonei servizi igienici assistenziali; - omessi provvedimenti in materia di primo soccorso; - mancanza del pacchetto di medicazione.

Denunciata l’amministratrice unica di un' impresa di costruzioni edili con sede legale a Catania, per: - inidoneità dei parapetti e tavole fermapiedi lungo le aperture nei muri e nei ballatoi prospicienti il vuoto; - mancanza di attrezzature di lavoro in conformità alle disposizioni vigenti; - mancanza di dispositivi di protezione individuale dei lavoratori in conformità alle disposizioni vigenti; - mancanza di idonei spogliatoi dotati di armadietti in numero congruo ai lavoratori impiegati in cantiere; - mancanza di adeguati mezzi estinguenti; - mancanza di idonei servizi igienici assistenziali; - omessi provvedimenti in materia di primo soccorso; - mancanza del pacchetto di medicazione.

Denunciati  anche i titolari di tre ditte individuali: per la mancanza di idonee attrezzature di lavoro e di dispositivi di protezione in conformità delle disposizioni di legge vigenti. L’attività consentiva complessivamente di: Ispezionare 5 ditte; identificare 10 lavoratori di cui 3 impiegati in nero; adottare il sequestro preventivo di un cantiere edile; elevare ammende e sanzioni amministrative per oltre 30.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento