rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Controlli nei cantieri edili, denunciati i titolari di tre ditte: multe per oltre 8mila euro

Diverse le violazioni riscontrate: dalla presenza di estintori e farmaci scaduti nei kit di pronto soccorso, alla mancanza di formazione specifica per gli operai. In alcuni casi mancavano anche i sistemi di protezione ed i servizi igienici

Nell’ambito della campagna di controlli nei cantieri del settore edile, i carabinieri del comando provinciale etneo hanno intensificato le attività di verifica delle misure di sicurezza, agendo insieme al nucleo ispettorato del lavoro. A Paternò un 78enne messinese e un 62enne licodiese, entrambi titolari di due distinte ditte di lavori edili incaricate della costruzione di alcune unità abitative, sono stati denunciati, rispettivamente, per aver utilizzato estintori antincendio e medicinali della cassetta medica di pronto soccorso scaduti e per avere omesso l’installazione di protezioni contro il rischio di caduta. Altro controllo ha interessato il Comune di Nicolosi. In questo caso è stato denunciato un 67enne di Agrigento, titolare di una ditta edile incaricata della ristrutturazione di un edificio scolastico, per avere omesso la formazione ai lavoratori dipendenti in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e la predisposizione di locali igienico-assistenziali. Per le violazioni in materia di rapporti di lavoro e legislazione sociale e per le infrazioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, sono state elevate sanzioni amministrative per un importo di oltre 8 mila euro.
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli nei cantieri edili, denunciati i titolari di tre ditte: multe per oltre 8mila euro

CataniaToday è in caricamento