Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus e movida: controlli dei carabinieri in via del Rotolo

Il Capitano della Compagnia di piazza Dante, Roberto Martina, ha guidato una squadra composta anche dai militari del Nas, dal personale specializzato dell'Asp e dai motociclisti del gruppo Radiomobile oltre che dai colleghi della caserma di Ognina. Obiettivo: verificare il rispetto delle norme anti-Covid ed igienico sanitarie

 

I carabinieri del comando provinciale di Catania hanno attenzionato ancora una volta via del Rotolo, frequentata in particolar modo nel weekend da moltissimi ragazzi e famiglie catanesi. Le giostre ed i camion dei panini sono tradizionali attrazioni della zona, già in passato interessata da analoghi controlli sul rispetto delle normative anti-Covid e sui reati generici o infrazioni al codice della strada. Il Capitano della Compagnia di piazza Dante, Roberto Martina, ha guidato una squadra composta anche dai militari del Nas, dal personale specializzato dell'Asp e dai motociclisti del gruppo Radiomobile oltre che dai colleghi della caserma di Ognina.

"L'ultimo decreto della Regione Siciliana - spiega - obbliga i cittadini ad indossare la mascherina anche nei luoghi aperti, evitando qualsiasi forma di assembramento. L'accorato appello che rivolgiamo a tutti i catanesi è quello di tenerla sempre con se' rispettando inoltre il necessario distanziamento sociale. I nostri controlli in questa fase sono prettamente rivolti alla sensibilizzazione e devo dire che le persone apprezzano in linea generale, chiedendoci di essere sempre presenti. Il risultato è tangibile, anche perchè la percentuale di mascherine indossate è salita notevolmente". Le sanzioni pecuniarie vanno dai 400 ai 1000 euro. L'obiettivo prioritario dell'Arma e delle altre forze impegnate nel quadro delle attività ispettive coordinate dalla Prefettura di Catania è comunque quello prevenire il diffondersi del virus.

Potrebbe Interessarti

Torna su
CataniaToday è in caricamento