Controllate prostitute, stranieri e automobilisti: sequestri anche 'al Cantiniere'

Maxi controllo del territorio disposto dalla questura di Catania. Nel mirino il centro storico e in particolare nel quartiere di “S. Berillo Vecchio” per individuare cittadini stranieri irregolari e prostitute extracomunitarie, ma non solo

Maxi controllo del territorio disposto dalla questura di Catania. Nel mirino il centro storico e in particolare nel quartiere di “S. Berillo Vecchio” per individuare cittadini stranieri irregolari e prostitute extracomunitarie. In alcune abitazioni di via Coppola e via Pistone sono stati trovati 20 cittadini extracomunitari, originari del Gambia, Senegal, Somalia, Marocco, molti dei quali privi di documenti d’identità e di permesso di soggiorno sul territorio nazionale. Al termine degli accertamenti sei di questi sono stati denunciati in stato di libertà per il reato di furto di energia elettrica, accertato da personale Enel.

Nel corso della serata, sono state sottoposte a controllo di 15 cittadine comunitarie, tutte di nazionalità rumena, lungo i marciapiedi di v.le Lorenzo Bolano, v.le Andrea Doria, v.le F.lli Vivaldi, v.le Marco Polo e v.le Ulisse, v.le Africa e via Dusmet, abbigliate con vestiti succinti. Le prostitute, molte delle quali prive di documenti d’identità, sono state accompagnate per l’identificazione presso gli uffici della questura e trattenute per gli adempimenti amministrativi da parte dell’ufficio immigrazione.

Inoltre con la collaborazione del “reparto annona-commerciale” è stata controllata ancora una volta l’attività commerciale “Il Cantiniere”, il cui titolare è stato denunciato in stato di libertà per invasione di terreni, per aver posto tavoli, sedie, fioriere e lanterne sul suolo pubblico senza alcuna autorizzazione. Il tutto veniva sottoposto a sequestro penale. Sanzioni e sequestri anche per automobilisti e motociclisti non in regola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento